Pontecurone: Celebrata la festa di San Luigi Orione

Pontecurone: Celebrata la festa di San Luigi Orione

Sabato 18 e domenica 19 maggio, nel paese natale del Santo Luigi Orione è stata celebrata la festa nel XV° anniversario dalla Canonizzazione. Le celebrazioni principali sono state presiedute da Don Alessandro D’Acunto, economo provinciale ed animate dalla Corale parrocchiale diretta dal M° Franzin. Un appuntamento annuale che vede i “compaesani” del santo rendere omaggio al suo più illustre personaggio che ha fatto della sua vita un inno alla carità e di amore al prossimo.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

È proprio della parola amore che è stata “dipinta” la festa nella quale proprio la liturgia di questa domenica del tempo di Pasqua che richiama le forti parole di Gesù: “abbiate amore gli uni verso gli altri”. La sera del sabato, causa il maltempo, non si è potuta snodare la processione per le vie del paese, pertanto nella Collegiata di Santa Maria Assunta è stato vissuto un intenso momento di preghiera nel quale sono stati meditati i quattro amori di Don Orione: Gesù, Papa, Maria e Anime leggendo brani tratti dai suoi scritti ed intervallati dalla preghiera e da brani musicali della banda di Casteggio. Don D’Acunto ha poi donato la sua riflessione ricordando come nel mese di maggio si intensifica la preghiera alla Vergine Maria con la recita del Santo Rosario ricordando come “tutta la vita di Don Orione è segnata da un grande attaccamento alla Madre di Dio, un amore trasmessogli dalla mamma Carolina, donna analfabeta, ma di grande fede. Ed è proprio a Maria, prosegue Don D’Acunto, che il giovane Luigi Orione affidò il suo vivo desiderio di diventare sacerdote. Un amore e attaccamento a Maria che lo accompagneranno per tutta la vita”. La statua di Don Orione non essendo stato possibile portarla per le vie del paese è stata fatta percorrere, in una breve ma significativa processione, all’interno della Chiesa come segno di benedizione per tutti i suoi figli. Alla domenica mattina la solenne Celebrazione Eucaristica, al termine della quale è stata benedetta la Bandiera del Paese issata successivamente nella piazza. Don D’Acunto nell’omelia ha sottolineato ancora una volta l’amore che dobbiamo donarci vicendevolmente senza riserve perché solo in questo grande comandamento possiamo vivere da veri figli di Don Orione che ci lascia in una delle sue celebri frasi una giaculatoria facile da recitare ma nello stesso tempo impegnativa da attuare: “Dacci, Maria, un animo grande, un cuore grande e magnanimo, che arrivi a tutti i dolori e a tutte le lacrime. Fa’ che tutta la nostra vita sia sacra a dare  Cristo al popolo e il popolo alla Chiesa di Cristo; arda essa e splenda di Cristo, e in Cristo si consumi in una luminosa evangelizzazione dei poveri; la nostra vita e la nostra morte  siano un cantino dolcissimo di carità e un olocausto al Signore”.

V DOMENICA DI PASQUA – anno C– AUDIO commento di Don Achille Morabito

V DOMENICA DI PASQUA – anno C– AUDIO commento di Don Achille Morabito

Celebriamo la Quinta Domenica di Pasqua. Splende nel giorno domenicale, giorno primo e ottavo, l’era nuova del mondo, consacrata da Cristo primizia dei risorti. In Lui, Dio Padre fa nuove tutte le cose e dimora tra di noi: così noi siamo suo popolo ed egli è il nostro Dio. Radunati nel giorno del Signore, vogliamo annunciare quel mondo nuovo, diverso, trasfigurato, che ci è donato in Gesù, morto e risorto. In questa Eucaristia apriamoci al tempo nuovo che è cominciato con la Pasqua. Sì, Dio è all’opera. Nella fede riconosciamo la vittoria dell’amore su tutto ciò che umilia e divide l’umanità. 

.

.

.

16 mag: Celebrata la solennità di San Luigi Orione – FOTO – AUDIO omelie – VIDEO PONTIFICALE MONS. VIOLA

16 mag: Celebrata la solennità di San Luigi Orione – FOTO – AUDIO omelie – VIDEO PONTIFICALE MONS. VIOLA

DON ORIONE FIACCOLA D’AMORE

Solo la carità resta”. Con questa frase di San Paolo nell’Inno alla carità, si sintetizza la solennità di San Luigi Orione celebrata giovedì 16 maggio presso la Basilica Santuario “Madonna della Guardia” in Tortona nella quale è custodito e venerato il corpo del Santo. Il solenne pontificale è stato presieduto da S.E. Mons. Vittorio Francesco Viola, vescovo diocesano con ben cinquanta sacerdoti orionini e numerosi diocesani. Al termine il rettore Don Renzo Vanoi ha donato a Mons. Viola una mitria come segno di riconoscenza al “vescovo di Don Orione” in occasione del XV° anniversario della Canonizzazione del Santo della carità. La festa è stata preceduta da un triduo in preparazione, predicato dal S.E. Mons. Andrea Gemma vescovo orionino emerito di Isernia e Venafro. 

La voce di Don Orione è risuonata nel suo Santuario la vigilia e il giorno della festa con l’ascolto dell’audio nel quale proclamava un inno alla carità terminando con la celebra frase “Fare del bene sempre, del bene a tutti, del male mai a nessuno”. Ed è proprio da questo programma di vita che Mons. Gemma ha incentrato le sue riflessioni. “Cristo si ama in Croce e crocifissi con Lui e nella fedeltà al Papa e ai vescovi per così compiere le  opere di carità come voleva il nostro Don Orione”. È stata molto emozionate come Mons. Gemma si rivolgeva a Don Orione chiamandolo “papà”, segno di vera obbedienza filiale. La vigilia della festa è stata celebrata da Don Pietro Sacchi una Santa Messa per le scuole tortonesi e vedere il Santuario gremito di giovani ha acceso una luce di speranza, quel “sole del domani” che Don Orione tanto diceva ai giovani. Al mattino della festa è stata celebrata una Santa Messa per le Opere di carità diocesane presieduta dal direttore provinciale Don Aurelio Fusi che ha visto una numerosa partecipazione e “questa presenza numerosa è segno di fede e di devozione al nostro Don Orione, ha detto il rettore Don Vanoi nel saluto iniziale, perché ci immerge nella santità di Don Orione e ci permettere di chiedergli le grazie tanto desiderate”. Alle ore 18 il solenne pontificale presieduto dal nostro vescovo diocesano S.E. Mons. Vittorio Francesco Viola e concelebrato da numerosi sacerdoti orionini e diocesani convenuti già nel pomeriggio per l’incontro presbiterale. Presenti le autorità civili, militari e numerosi fedeli. Prima di iniziare l’omelia Mons. Viola si è recato all’urna di San Luigi Orione per una preghiera silenziosa, un atto significativo, segno di abbandono in ascolto della voce di Don Orione. Nella riflessione ha sottolineato l’importanza di compiere nella nostra vita le opere di misericordia e così essere raggiunti dalla luce del Cristo. Concludendo augura a tutti di  “sentire questo amore di Dio nella memoria viva di Don Orione. Desideriamo vivere quella stessa carità, partita dal suo cuore“. Si conclude così la festa al nostro Don Orione ma rimane sempre viva quella fiaccola di carità che egli stesso ha consegnato ad ognuno di noi perché la nostra vita brilli sempre di luce di carità.

GUARDA LE FOTO MESSA OPERE DI CARITA’ (clicca qui)

GUARDA LE FOTO PONTIFICALE MONS. VIOLA (clicca qui)

AUDIO OMELIA (Mons. GEMMA)

AUDIO OMELIA (Mons. VIOLA)

 

15 mag: Terzo giorno del triduo a San Luigi Orione – FOTO delle celebrazioni e AUDIO OMELIA Mons. Andrea Gemma

15 mag: Terzo giorno del triduo a San Luigi Orione – FOTO delle celebrazioni e AUDIO OMELIA Mons. Andrea Gemma

Siamo giunti alla vigilia della solennità di San Luigi Orione e la liturgia è già tutto un “inno alla carità”. Alla mattina il Santuario si è riempito di numerosi bambini e ragazzi delle scuole tortonesi per una celebrazione tutta per loro, presieduta da Don Pietro Sacchi, animatore vocazionale. Alla sera la celebrazione delle ore 21 è stata presieduta dal rettore Don Renzo Vanoi ed animata dalla Corale parrocchiale di Sale. Prima di iniziare l’omelia, è risuonata la voce autentica di Don Orione del celebre “Inno alla Carità”. Nell’omelia Mons. Gemma sottolinea proprio questa carità di Don Orione che si propaga in tutti i cuori e come dobbiamo custodire gelosamente questo tesoro di santità che un giorno incontreremo nella vita eterna. Al termine il rettore don Renzo Vanoi ringrazia di cuore il vescovo Gemma per la sua presenza ma soprattutto per la parola donata, “parola dettata dal cuore di un vero figlio di Don Orione che per tre sere si è rivolto a lui chiamandolo papà”. Domani la celebrazione pontificale alle ore 18.00 presieduta dal vescovo diocesano Mons. Vittorio Francesco Viola.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

AUDIO OMELIA (Mons. GEMMA)

14 mag: Secondo giorno del triduo a San Luigi Orione – FOTO e AUDIO OMELIA Mons. Andrea Gemma

14 mag: Secondo giorno del triduo a San Luigi Orione – FOTO e AUDIO OMELIA Mons. Andrea Gemma

La seconda giornata del triduo è coronata dalla festa liturgica di San Mattia apostolo. La celebrazione è stata presieduta dal direttore provinciale Don Aurelio Fusi ed animata dalla Corale “San Giacomo” di Casei Gerola diretta dal M° Giuseppe Pipero. Mons. Gemma incentra la sua riflessione sulla frase di Don Orione: “Il Papa è il nostro credo”, in particolare il messaggio fondamentale che lascia è l’obbedienza di Don Orione al Romano Pontefice. Anche noi siamo chiamati a vivere questo amore nel servizio che prestiamo alla Santa Chiesa. 

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

AUDIO OMELIA (Mons. GEMMA)

13 mag: Inizio triduo in preparazione alla festa di San Luigi Orione – FOTO e AUDIO omelia Mons. Andrea Gemma

13 mag: Inizio triduo in preparazione alla festa di San Luigi Orione – FOTO e AUDIO omelia Mons. Andrea Gemma

Lunedì 13 maggio è iniziato presso la Basilica Santuario “Madonna della Guardia” il solenne triduo in preparazione alla solenne festa liturgica di San Luigi Orione. Predicatore del triduo è il vescovo orionino Mons. Andrea Gemma che ha incentrato la sua prima riflessione sulla frase di Don Orione: “Cristo si ama e si serve in Croce e crocifissi con lui o non si ama affatto”. A presiedere la celebrazione Mons. Marco Daniele, vicario episcopale per l’attuazione del piano pastorale e parroco di Casteggio. Una giornata particolare per Don Daniele che festeggia il suo cinquantesimo genetliaco. Ad animare la liturgia la Schola Cantorum di San Luigi Versilia dell’unità pastorale di Casteggio, Mairano e Oliva Gessi. La Chiesa celebra la memoria della Beata Vergine Maria di Fatima, ma per la Chiesa locale di Tortona in particolare per la città è la festa della Santa Croce. Nel pomeriggio in Cattedrale il vescovo Mons. Viola presieduto il Pontificale ricordando nell’omelia di “fare attenzione ai serpenti velenosi che attanagliano la nostra società, la Croce ci dia salvezza”.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

AUDIO OMELIA (Mons. Gemma)

 

 

Pin It on Pinterest