Novena Immacolata_2 giorno_AUDIO omelia VIOLA

Novena Immacolata_2 giorno_AUDIO omelia VIOLA

DIVENTARE STRUMENTI DELLA SUA PAROLA

In questo secondo giorno della novena all’Immacolata nel quale la Chiesa celebra la memoria dell’apostolo Andrea, colonna e fondamento della nostra fede, come ogni mattina dopo aver recitato il santo rosario e la preghiera a Maria Madre e Regina delle vocazioni, il vescovo Viola presiede la celebrazione eucaristica nella quale offre un pensiero di riflessione ad un bel gruppo presente in Cattedrale. Una festa oggi nella quale ci viene indicato come il Signore chiama ed entra in modo diretto nella vita di questi uomini e l’immediatezza della loro risposta che diventa cambiamento di vita abbandonandosi ad un progetto in cui loro non comprendono subito il senso profondo. Questa chiamata di Andrea è una scena in movimento, ad indicare che è un fatto che accade in un modo puntuale nella vita di questi uomini mentre Gesù camminava lungo il mare: un incontro che dura un’istante. Questo è la conseguenza del nostro credere, grazie a loro che hanno testimoniato con la loro vita fino al loro martirio. “Il Signore chiede anche noi, sottolinea il vescovo Viola, una sequela immediata che è la risposta alla sua parola. Riscopriamo anche noi la potenza che viene dalla Parola: potenza e annuncio, ciò che Papa Francesco ci invita a vivere. Anche in questo gli Apostoli hanno come modello la Vergine Maria con la sua presenza decisiva nel momento in cui essi non avendo ancora compreso le parole del Figlio, sarà chiamata a custodire il collegio apostolico come grembo accogliente e modello esemplare di ascolto ed obbedienza in una consegna totale di sé”.         

ASCOLTA L’OMELIA (Mons. VIOLA)

Novena Immacolata_1 giorno_AUDIO omelia don VANOI

Novena Immacolata_1 giorno_AUDIO omelia don VANOI

Nella Basilica Santuario “Madonna della Guardia” è iniziata solenne novena in preparazione all’Immacolata Concezione. Ogni giorno il rettore don Renzo Vanoi offrirà ai fedeli una riflessione spirituale. In questo primo giorno ha sottolineato l’importanza di pregare e vivere bene questi giorni affidandosi alla Vergine. “Dobbiamo chiedere le grazie necessarie per la nostra vita di ogni giorno perchè possiamo sempre più sperimentare la misericordia del Signore”. La prima lettura di oggi ci fa capire un paradosso: il potere umano è “inumano”; l’unico regno “umano” è il regno di Dio. Daniele vede quattro bestie: un leone mostruoso, che si rizza come un uomo e ha cuore di uomo; un orso, al quale viene detto: “Su, divora molta carne”; un leopardo a cui viene dato il dominio e infine “una bestia spaventosa, terribile” che divorava, stritolava, calpestava. Ecco il potere umano non sottomesso a Dio, crudele, inumano, che sembra non dover mai finire ed è miserabile, inconsistente. Ad esso Daniele contrappone il potere di Dio nella visione di “uno, simile a un figlio d’uomo”, che riceve potere, gloria e regno da Dio stesso. E il re che ha preferito soffrire anziché far soffrire, che si è fatto uomo per capire meglio gli uomini e guidarli in modo umano, con mitezza e umiltà. La profezia di Daniele anticipa la grande rivelazione del Nuovo Testamento, dove è ricordata in momenti decisivi. Il Figlio dell’uomo al quale Dio dà gloria, potenza e regno è evocato da Cristo nella risposta al Sommo Sacerdote: “Sei tu il Cristo, il Figlio del Benedetto?”. “Si, e vedrete il Figlio dell’uomo venire sulle nubi del cielo…”. E i cristiani hanno esultato nel rileggere la profezia, e contemplano Cristo alla destra di Dio. Nell’ultimo incontro di Gesù con i suoi, egli proclama che questa profezia è attuata: “Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra”.
Questa visione deve dunque essere per noi motivo di fiducia incrollabile e di esultanza: Cristo ha ottenuto il regno eterno, è il nostro re mite e umile, che ci ha fatto sacerdoti del Padre suo.

ASCOLTA L’AUDIO DELL’OMELIA (Don VANOI)

I dom di AVVENTO – AUDIO commento di don Achille Morabito

I dom di AVVENTO – AUDIO commento di don Achille Morabito

Guidati dallo Spirito Santo, accogliamo dal Padre il dono di un nuovo Anno liturgico. L’Anno liturgico è l’anno del cristiano, l’anno durante il quale siamo invitati a prendere, ogni giorno di più, coscienza delle meraviglie che Dio opera tra noi, rendendo attuale, nell’oggi che ci appartiene, la Storia della Salvezza che Dio ha operato in Cristo, per mezzo dello Spirito. Oggi ha inizio, inoltre, il tempo liturgico dell’Avvento, di cui celebriamo la prima Domenica. L’Avvento, come la primavera per la natura, colora di nuovo la vita. E’ un tempo opportuno per rileggere la nostra storia e intravedere “nuovi germogli”, sentire nostalgia di qualcosa che possa togliere pesantezza alla nostra esistenza. Con gioia, andiamo incontro al Signore che viene, che si rende presente in mezzo a noi già, adesso, per spezzare ancora per noi il Pane della Parola ed il Pane dell’Eucaristia.

 

Novena Immacolata_1 giorno_AUDIO omelia VIOLA

Novena Immacolata_1 giorno_AUDIO omelia VIOLA

ACCOGLIERE E CUSTODIRE LA SUA PAROLA
Questa mattina è iniziata la novena in preparazione alla solennità dell’Immacolata Concezione presso la Cattedrale di Tortona. È davvero suggestivo ritrovarsi all’alba iniziando la giornata nella lode comunitaria al Signore con la recita del santo rosario e la celebrazione eucaristica presieduta dal nostro vescovo Viola. In questa prima giornata è stata celebrata la messa votiva di Maria Madre della santa speranza elevando i nostri orizzonti fino alle realtà celesti e giungere alla gioia perfetta che è la meta del nostro pellegrinaggio nella fede. Nella riflessione il vescovo ha posto la domanda su cosa poggiamo la nostra fede e dove fondiamo la nostra esistenza. “Il Signore ci inviata a fondare la nostra vita sulle sue parole che anche quando il cielo e la terra passeranno resteranno stabili. E qui ci guardiamo come in uno specchio nella Vergine Maria, che vuole imprimere in noi l’immagine di Lei che ci insegna anche il modo di vivere”. La nostra vita sia fondata su di Lui ed impariamo da Maria l’accoglienza della Parola come dono che ha la forza di sostenere la nostra esistenza preparandoci all’incontro con Lui.

ASCOLTA L’AUDIO DELL’OMELIA (Mons. Viola)

CRISTO RE – AUDIO commento di don Achille Morabito

CRISTO RE – AUDIO commento di don Achille Morabito

Celebriamo la solennità di Cristo Re dell’universo. L’Anno liturgico si conclude con la festa della regalità di Cristo: Gesù ha annunciato il “regno di Dio” e lo ha dimostrato possibile attraverso le sue azioni. Non si tratta però di una “signoria” alla stregua delle potenze di questo mondo, poiché il regnare di Dio tra gli uomini non avviene come potere di dominio, ma attraverso la forza trasfigurante dell’amore. In questa luce va compresa anche la promessa del “paradiso” che Gesù fa al “ladrone buono”, crocifisso accanto a lui, e che diventa l’orizzonte entro il quale possiamo vivere la nostra fede-speranza. La persona di Gesù è centrale per la nostra salvezza: questo differenzia la fede in Cristo rispetto a tutte le espressioni religiose presenti nella storia umana. Solo Gesù, infatti, è il ponte fra noi e il Padre, solo lui è il mediatore che riconcilia e perdona, il redentore a cui siamo chiamati a convertirci. In un mondo “secolarizzato”, dove prevale il relativismo che si fa indifferenza e dove si impongono con prepotenza le illusioni ideologiche, la conversione a Cristo si pone come cammino di fede per riscoprire il centro autentico della nostra esistenza e della nostra umanità.

Tortona (Santuario): 8 dicembre ore 17 – Messa nel V° Anniversario di Ordinazione Episcopale del Vescovo Vittorio Francesco Viola ofm

Tortona (Santuario): 8 dicembre ore 17 – Messa nel V° Anniversario di Ordinazione Episcopale del Vescovo Vittorio Francesco Viola ofm

Domenica 8 dicembre 2019 alle ore 17 nella Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, presso la Basilica Santuario “Madonna della Guardia” – Opera Don Orione di Tortona, S.E. Mons. Vittorio Francesco Viola presiederà la Solenne Concelebrazione in occasione del V° Anniversario di Ordinazione episcopale avvenuta il 7 dicembre 2014 presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli – Porziuncola.  Sacerdoti, suore e fedeli laici sono invitati a questo momento di ringrazieremo al Signore.

Signore, bello, bello,
sei bellissimo.

C’è un punto centrale nella mia esistenza
che è la Sua presa di possesso di me,
nettò spazio creato dalla mia
– almeno desiderata –
consegna“. (+Vittorio Viola – discorso pronunciato all’Ordinazione episcopale, 7 dicembre 2014).

 

Pin It on Pinterest