Celebriamo la solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo. Gesù invita a mangiare quel Pane e a bere quel Vino, mediante i quali egli dona la sua vita. Il segno del cibo e della bevanda dice che Gesù non si limita a offrire il suo amore eroico fino al sacrificio, ma ci offre la possibilità di avere la sua stessa vita dentro di noi, vita della nostra vita: comunione filiale con il Padre, amore generoso e gratuito verso il prossimo. Accogliamo la presenza del Signore nell’Eucaristia per essere davvero trasformati in Lui! Ti sei fatto pane sul nostro altare perché tu sei colui che soddisfa i nostri essenziali bisogni di realtà infinite. Ti sei fatto pane per noi, perché in te sono racchiusi tutti i palpiti di vita sparsi nella creazione. Ti sei fatto pane per noi, Signore, perché in te sono le ferite provocate dal sudore e dalla fatica sofferta per colmare la fame quotidiana. Ti sei fatto pane per noi, perché sei la speranza e il desiderio di tutti gli affamati e i diseredati, presenti in ogni angolo della terra. Ti sei fatto pane per noi, ma non come quello che hanno mangiato nel deserto i nostri padri — e sono morti — , perché tu sei il pane donato dal Padre e disceso dal cielo, che soddisfa e appaga l’insaziabile bisogno di eternità. Ed è mangiando questo tuo corpo, fattosi pane, che siamo “digeriti” da te, fino ad essere una sola cosa con te.

Pin It on Pinterest