raccolta del rame

Nel crudo dell’inverno, quando più largo batte il cuore dei contadini, Don Orione percorre la diocesi, paese per paese, per la questua del rame necessario per la statua della sua Madonna. Ogni paese, una discorsa (così Don Orione chiama le sue prediche) e tanta fede, tanto entusiasmo davanti a cataste di rame da benedire sul … Continua a leggere…

architettura: capitelli e vetrate

L’architettura del Santuario La struttura del Santuario a pianta centrale permette la vista dell’altare da ogni punto. Il decoro ha già raggiunto gli scopi intesi da Don Orione, che diceva: “La Casa della Madonna sia bella, sia degna: risplenda di marmi e di arte: raccolga le anime e le elevi a Dio!”.

il crocifisso di Don Orione

Appena si entra in Basilica ci si incontra con un grandioso Crocifisso. Davanti ad esso, nell’aprile 1892, nacque la Piccola Opera della Divina Provvidenza, quando, nella Chiesa omonima, il chierico Orione fece l’offerta dei primi giovinetti da lui raccolti nell’Oratorio San Luigi. Lo tenne poi per molti anni nella sua stanzetta e, nel 1932, lo … Continua a leggere…

l’organo

L’Organo del Santuario è stato costruito ed installato dalla ditta Mascioni di Cuvio (VA), nel 1983, nell’abside del lato sinistro, in armoniosa sintonia con i ritmi architettonici. La consolle, situata di fronte alle canne, è composta da due manuali (Grand’Organo ed Organo Espressivo) di 61 tasti, da una pedaliera radiale di 32 tasti. L’insieme fonico … Continua a leggere…

Vetrate

I vetri colorati nella storia dell’arte cristiana L’arte vetraria proveniente dalla Fenicia, fece la sua comparsa nel mondo romano fin dall’età repubblicana, come lo provano i frammenti preziosi di vetro colorato trovati negli scavi di pompei. La troviamo anche presso gli etruschi come si può vedere dai vasi fatti raccogliere da Gregorio XVI nei Musei … Continua a leggere…