FAME DI VITA, LIBERTA’ ED AMORE

In questo sesto giorno della novena la liturgia ci mette in ascolto della parola di Isaia che guarda lontano e vede un compimento di liberazione dall’esilio che diventa festa nel banchetto come punto di arrivo che il popolo ha scelto come fedeltà all’alleanza ma come accade al popolo di Israele e a noi, alla nostra infedeltà Dio risponde con la sua fedeltà e torna a portare a casa e preparare una festa la cui immagine è quella del banchetto al quale la visione di Isaia vede partecipare tutte le genti. Il vescovo ha sottolineato il banchetto come “immagine della gioia eterna che il Figlio ha donato a noi preparandoci un posto. La Vergine Maria è presente sorvegliando e custodendo ogni nostra comunione, suggerendoci cosa accade cioè come tra noi e il corpo di Cristo si stabilisce questa unione“.

ASCOLTA L’OMELIA (Mons. VIOLA)  

 

Pin It on Pinterest