APRIRCI ALLA SUA POTENZA 

“O Signore, guida della Casa d’Israele che sei apparso a Mosè nel fuoco di fiamma del roveto e sul monte Sinai hai dato la Legge. Vieni a liberarci con braccio potente”. Queste antifone ci fanno contemplare la storia della salvezza e oggi lo invochiamo come Signore con riferimento a Mosè nel momento definitivo della storia della salvezza che è la liberazione della schiavitù d’Egitto, alleanza stretta con il suo popolo. “Il Signore ci vuole liberare dalle nostre schiavitù, ha commentato il vescovo, con la sua potenza ed occorre aprirci a Lui che manifesta la sua potenza come fuoco per liberarci. Per questo vogliamo riempire questa invocazione con la nostra vita invocandolo Signore. Come Mosè vogliamo stare di fronte al roveto ardente, sulla vetta del monte Sinai, di fronte al manifestarsi di Dio in adorazione riconoscendolo come Signore: primo passo perchè Lui possa manifestare la sua potenza dentro la nostra vita”. 

 

Pin It on Pinterest