Le Celebrazioni in Santuario nel Tempo di Natale 2021/22 – (FOTO e AUDIO omelie)

ENTRARE NELLA COMUNIONE CON IL FIGLIO DI DIO

Nella Basilica Santuario “Madonna della Guardia” in Tortona, le funzioni del Tempo di Natale sono state celebrate con grande solennità come la liturgia chiede, non solo nella bellezza esteriore ma soprattutto in quella interiore grazie alle riflessioni del nostro vescovo diocesano Mons. Guido Marini che ha presieduto i solenni pontificali del Natale e dell’Epifania lasciando un messaggio centrale e bene chiaro: “lasciarsi scaldare il cuore dal Bambino Gesù e far si che sia sempre la nostra guida luminosa nel cammino quotidiano”. Le celebrazioni sono state animate dal canto della Corale del Santuario.   

 Dopo il novenario in preparazione al Santo Natale predicato da Don Vittorio Muzzin il quale ha sottolineato ogni giorno la bellezza del tempo dell’attesa ed il significato delle antifone maggiori, si è giunti alla Notte Santa del Natale che ha visto radunarsi molte famiglie della Parrocchia San Bernardino e fedeli devoti del Santuario. Nel pomeriggio del giorno di Natale, ha presiedere l’Eucaristia è stato il nostro vescovo diocesano Mons. Marini che nell’omelia si è soffermato su tre parole che risuonano sulle labbra del Bambino Gesù: ti amo, ti do la mia vita, ti mando ed invitando tutti, tornando nelle proprie case, ha dare un bacio al Bambino Gesù nel proprio presepio perché “sia l’espressione del nostro desiderio di accogliere Lui, di essere una cosa sola con lui per sperimentare la salvezza che Egli ci ha donato: questo è il senso della giornata del Santo Natale”. Il 31 dicembre è stata la giornata del rendimento di grazie al Signore per i benefici che ha concesso durante l’anno con il solenne canto del “Te Deum”. Il rettore Don Renzo Vanoi, che ha presieduto la celebrazione, ha ricordato a tutti come dobbiamo sempre riflettere la nostra vita nel Vangelo, “questa è la sola strada maestra che ci fa vivere nell’abbraccio misericordioso di un Padre che ci vuole davvero bene e ci chiede di rimanere sempre in lui”. Il 1° gennaio la solennità della Madre di Dio è festa titolare della Basilica e la celebrazione solenne pomeridiana è stata presieduta dal vescovo emerito di Tortona, Mons. Martino Canessa che all’inizio ha ricevuto il saluto filiale del vescovo Mons. Marini il quale ancora una volta che espresso la sua gratitudine verso il suo predecessore che lo considera sempre un padre. Nell’omelia Mons. Canessa ha invitato tutti ad affidarsi sempre a Maria, “come fece in tutta la sua vita San Luigi Orione. Andiamo a Lei con un cuore di figli desiderosi di stare tra le braccia della Madre”. Camminando con la Scrittura, si è giunti alla solennità dell’Epifania del Signore. Nel pomeriggio Mons. Marini ha presieduto il Pontificale concelebrato dal Vicario Episcopale  Don Maurizio Ceriani e dal direttore del Paterno Don Alessio Cappelli. Nella riflessione il vescovo ha evidenziato il cammino dei Magi dando indicazioni ad ognuno perché lo renda proprio. “Celebriamo nella gioia, nella gratitudine e nella meraviglia questa verità: ‘Gesù Cristo nato a Betlemme è il cuore del mondo e noi desideriamo che Gesù divenga il cuore della nostra vita’. L’itinerario dei Magi, aiuta noi a ritornare nella nostra quotidianità ripercorrendo i loro stessi passi in una fede e in un incontro quotidiano con il Signore: solo così Egli sarà il cuore del nostro cuore”. Al termine il rettore Don Vanoi, dopo i saluti e i ringraziamenti, ha posto al vescovo per la venerazione e al bacio il Bambinello che Don Orione utilizzava per i suoi presepi viventi. Si è concluso nell’adorazione e nella preghiera il Tempo del Natale: immersi nel Mistero possiamo trarne l’energia e la forza per camminare sempre verso di Lui, luce senza tramonto.   

AUDIO OMELIE

NATALE (mons. Marini)

EPIFANIA (mons. Marini)

FOTO

NATALE

2021_dic_25_NATALE_mons.-marini_mdg_-3

TE DEUM e MATER DEI

2021-22_31-dic-1-gen_te-deum-e-mater-dei_mdg_-1

EPIFANIA

2022_gen_6_EPIFANIA-marini_mdg_sito_-6