Questa mattina, 2 settembre 2019, è deceduto al Policlinico A. Gemelli di Roma Mons. Andrea Gemma, Vescovo orionino Emerito di Isernia – Venafro. Era nato a Napoli (Italia) il 07 giugno 1931, aveva 88 anni di età, 71 di professione religiosa, 62 di sacerdozio e 28 di episcopato. Apparteneva alla Provincia “Madre della Divina Provvidenza” (Italia). I funerali si celebreranno presso la Basilica Santuario “Madonna della Guardia” giovedì 5 settembre alle ore 16.00 ove verrà tumulato presso la Cripta. La salma giungerà da Roma e sarà collocata nella Cappellina di “San Bernardino” (dietro il Santuario) ove sarà possibile fargli visita per una preghiera.

Mons. Andrea Gemma, entrò in Congregazione a Velletri come aspirante, ancora bambino (aveva 10 anni!). A 17 anni, nel 1947 ha fatto la sua Prima professione all’Istituto Santa Maria di Roma. E stato ordinato sacerdote il 28 aprile 1957 a Roma. Passa poi un decennio al Liceo di Villa Moffa, come docente di Lettere Latine e Greche. Nel 1969 è stato nominato Parroco di Ognissanti a Roma e in seguito, nel 1978, Parroco ad Avezzano. Nel capitolo del 1981 è stato eletto Vicario generale della Congregazione, e in quello del 1987, Consigliere generale. Il 7 dicembre 1990, il Santo Padre, Giovanni Paolo II, lo nomina Vescovo di Isernia- Venafro e lo consacra lui stesso il successivo 6 gennaio 1991. Resta alla guida della Diocesi fino alle sue dimissioni per limiti di età date il 5 agosto 2006. E stato scrittore, pubblicista collaborando con molte riviste cattoliche su svariati temi: biografie, omiletica, mariologia, pastorale. Grande conoscitore di Don Orione, ha pubblicato diversi libri sul Fondatore. E stato ricercato predicatore di Esercizi spirituali, di cui molti sono raccolti in volumi. Nella Basilica Santuario della “Madonna della Guardia” in Tortona per lui era sempre come “tornare a casa da suo papà”. L’ultima sua predicazione proprio nello scorso maggio in occasione del triduo di preparazione alla festa di San Luigi Orione. Il suo corpo sarà sepolto nella Cripta del Santuario vicino al suo Padre fondatore Luigi Orione e ad alcuni illustri padri e madri della Famiglia orionina.

Mons. Gemma, aveva un carattere molto forte, dice il rettore Don Renzo Vanoi, nelle sue omelie la sua voce tuonava potente. L’amore per la Vergine Maria e il suo Don Orione hanno caratterizzato la sua vita. Ricordo con quanta gioia venne a predicare il triduo di Don Orione lo scorso maggio ed ha colpito tutti per come si rivolgeva a Don Orione chiamandolo ‘papà mio’”.

 

Requiescat in pace!

Pin It on Pinterest