IV dom di avvento – AUDIO commento di don Achille Morabito

IV dom di avvento – AUDIO commento di don Achille Morabito

Matteo 3,1-12. Luca 1,26-38.In questa vigilia del Natale del Signore celebriamo la Quarta Domenica di Avvento. Nella riflessione don Achille Morabito invita tutti a ripetere nella nostra vita quell'”Eccomi” della Vergine Maria. La Parola ci invita ad accogliere Gesù sull’esempio di Maria, che si è resa pienamente disponibile al disegno di salvezza. Per attuare il suo disegno di salvezza, il Signore cerca collaboratori coscienti e liberi. Anche a noi, nell’imminenza del Suo Natale, è chiesta disponibilità e collaborazione. Sapendoci accolti e benedetti dal Signore, rendiamoci, a nostra volta, accoglienti e disponibili nei confronti dei fratelli. L’ascolto della Parola e la condivisione dell’unico Pane ci rendano grembo che accoglie e germina il Salvatore, come la Vergine Maria.

7 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

7 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

slide per 7 gg nov natSettimo giorno della Novena del Santo Natale guidati da Isaia: ‘Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce; su coloro che abitavano una terra tenebrosa una luce rifulse’.  “Ancora due giorni e la novena finisce, commenta don Cesare, e con essa  la nostra cristiana attesa, che diventerà realtà, e sarà gioia, gioia grande, come quando in una famiglia nasce un bimbo o una bimba. Anche per noi, avete sentito, è nato un pargolo, un figlio, un fratello. Già la parola stessa, pargolo, bimbo, ci riempie il cuore di tenerezza. Un bimbo che, come tutti i bambini appena nati, non parla, al massimo piange, vagisce, eppure diventa subito simbolo, insegna tacendo. I bambini nella loro innocenza e semplicità arrivano dritti alla meta, al punto della situazione prima di noi adulti, senza troppo ragionamenti e filosofie. ‘Chi si farà piccolo come un bambino entrerà nel regno dei cieli’.

6 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

6 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

slide per 6 gg nov natSesto giorno della Novena guidati parole, prese dal libro detto dei Numeri nel quale viene riportato un termine noto nella vicenda della comparsa di Gesù-Messia: “Una STELLA spunta da Giacobbe, uno SCETTRO da Israele” Don Cesare pone ad ognuno questo interrogativo: “Come ringraziare Dio per questo privilegio? Portando il messaggio, di cui siamo stati fatti depositari, ad altri fratelli che ancora non lo hanno udito. Anche oggi, Gesù, cerca altri profeti, cerca un altro popolo eletto, noi, il popolo della nuova alleanza, perché diventiamo luce e guida ad altri perché cerchino, trovino e adorino Te, Signore, la vera stella, la vera guida“.

E’ tornato alla Casa del Padre don Romeo Gardella

E’ tornato alla Casa del Padre don Romeo Gardella

_b7l8388_wOggi 20 dicembre 2017, a mezzogiorno, nel salone dell’Episcopio mentre iniziava il saluto augurare di Natale, Don Romeo Gardella si è accasciato a terra ed è spirato. Il Santo Rosario questa sera, mercoledì 20 dicembre, alle ore 19 presso la Chiesa Cattedrale; giovedì 21 e venerdì 22 alle ore alle ore 19 presso la Chiesa parrocchiale di S. Matteo in Tortona. Le esequie saranno celebrate sabato 23 dicembre, alle ore 10, presso la Chiesa Cattedrale.

Don Gardella era nato il 21 gennaio del 1947 ed era stato ordinato nel 1972. Era da molti anni parroco della _b7l8407_wParrocchia di S. Matteo in Tortona, oltre che Vicario Foraneo e Canonico della Cattedrale. Aveva un bel legame con la famiglia orionina. Proprio quest’anno nel giorno della Madonna del Carmine in San Michele ha predicato al termine della processione e nel mese successivo ha presieduto il primo giorno della Novena alla Madonna della Guardia nel Santuario di Don Orione cui lui era molto devoto. Ed ha concluso con questa antifona mariana che rispecchia la sua vita sacerdotale: “Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio Santa Madre di Dio”. Il rettore don Renzo Vanoi, presente nel momento del decesso, ancora molto scosso come del resto tutti coloro che hanno voluto bene a don Romeo, e sono veramente tanti, lo ricorda un uomo buono che aveva sempre una parola pronta per tutti, per rincuorare, per dare forza. La Madonna della Guardia interceda presso il Figlio suo perché gli doni il premio riservato ai suoi servi fedeli.

5 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

5 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

slide per 5 gg nov natQuinto giorno della novena con San Giovanni (3,12-17): “ Se non credete quando parlo di cose terrene, come mi crederete se vi parlo di cose celesti? Nessuno è mai stato in Cielo: soltanto il Figlio dell’uomo. Egli, infatti, è venuto dal Cielo”. Don Cesare nella sua rilfessione sottolinea come “Giovanni oggi ci parla di Gesù come Salvatore. Il brano ascoltato riporta un tratto del colloquio tra Gesù e Nicodemo, un pio israelita che voleva conoscere il Maestro. Cristo gli parlo di cose umane, ma egli non capì. Non abbiamo timore: non è venuto per condannarci ( anche se ne avrebbe tutti i diritti), ma a salvarci. Lasciamoci salvare! Ed imitiamolo anche noi cambiando l’odio in amore, la sete di vendetta in perdono. Tutto questo è venuto ad insegnarci Gesù. Egli cerca cuori riconciliati con Dio e con i fratelli, vero dono a Lui gradito“.

 

4 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

4 giorno nov natale – video pensiero don Cesare Concas

slide per 4 gg nov natQuarto giorno della novena di natale riflettendo su un passo di Isaia (42,1-7): “ Ecco il mio servo che io sostengo, il mio eletto di cui mi compiaccio…”. Don Cesare pone alcuni interrogativi: “Oggi cosa ci dice di Lui, Isaia? Che è SERVO. Termine caro ai profeti dell’Antico Testamento di cui Gesù stesso si approprierà dicendo:” Io sono venuto per servire (cioè per essere servo), essere al servizio del Padree e dell’umanità intera. Molti hanno rotto l’alleanza con Dio, con la famiglia, con il mondo intero: sono soli con se stessi e… tristi. Gesù, oggi, torna ad essere l’inviato del Padre per sanare questi mali dell’umanità di cui noi stessi facciamo esperienza. A noi il compito di diventare suoi alleati per continuare questo risanamento spirituale con la nostra testimonianza e la nsotra preghiera”.

Pin It on Pinterest