2016_set_21-25_ASSISI_eser. spri. mlo_ (16)Sotto l’ombra ed il manto materno di Maria Regina degli Angeli ad Assisi si sono conclusi gli esercizi spirituali organizzati dal Movimento Laicale Italiano. Un bel gruppo di laici; religione/e della Famiglia Orionina hanno condiviso cinque giorni di preghiera nella Casa delle Suore Francescane di Gesù Bambino meditando sul tema dell’Anno Santo della Misericordia; “Raccontiamo l’Amore di Dio. Gesù Cristo è il volto della Misericordia del Padre” (Mv,11). Predicatore del corso è stato don Luigino Brolese direttore del Piccolo Cottolengo di Sanremo.
Gli esercizi spirituali annuali del Movimento Laicale costituiscono un momento forte di intensa preghiera personale e comunitaria dove ci si ritrova ed insieme come fratelli si condividono anche momenti di scambio di riflessioni, interrogativi e soprattutto ci si ricarica per camminare nel quotidiano, ognuno nel suo ambito, con lo stesso comune denominatore che è il carisma del santo fondatore Luigi Orione.
È nella misericordia del Padre che il gruppo ha riflettuto, aiutato dalle meditazioni di don Brolese che ha analizzato alcuni brani di Vangelo che parlano, aprono il cuore e ci invitano alla misericordia. Una misericordia donata dal Padre che desidera vedere i suoi figli rigenerati da questa sorgente di salvezza che fa rinascere sempre ad una vita nuova, rinnovata nell’amore.
La Porziuncola, cuore dell’apostolato di Francesco, è stata davvero una culla nella quale ci si è potuti accostare in particolare al sacramento della riconciliazione e sostare “a tu per tu” con il Signore.

GUARDA LE FOTO


Durante gli esercizi è stato presente per due giorni anche il nuovo consigliere generale incaricato del Movimento Laicale, Don Laureano, il quale oltre ad esprimere la sua gioia per poter vivere alcuni momenti con i presenti a subito con grande entusiasmo e slancio apostolico ricordato come questi esercizi spirituali sono della Famiglia Orionina e pertanto dobbiamo essere promotori verso tanti altri nostri fratelli laici, confratelli e consorelle per poter essere sempre di più perché solo dalla preghiera possiamo veramente trovare la forza per le nostre azioni di vita nella Congregazione.
È bello per sintetizzare questi esercizi vissuti accanto a questo luogo santo quale la Porziuncola, farlo con le parole del vescovo, Mons. Vittorio Francesco Viola che prima della nomina episcopale della Diocesi di Tortona e pertanto il vescovo della Congregazione come amava definirlo Don Orione, è stato custode della Basilica e come figlio di San Francesco ci ricorda che: “Per noi la Misericordia si è fatta carne in Gesù Cristo. Noi non avremmo mai pensato a questa misura di amore del Padre per noi… è quello che ha istituito Francesco nella Porziuncola: questa misericordia di Dio per ciascuno di noi. Qualunque cosa che il nostro cuore ci rimproveri, Dio è più grande del nostro cuore

Pin It on Pinterest