Quarto giorno della novena alla Madonna della Guardia, nel quale si è celebrata la Messa votiva di Maria Madre della Consolazione. Alle ore 17 Don Carollo ha sottolineato una beatitudine che, secondo la logica del mondo, è insensata: ‘Beati gli afflitti, perché saranno consolati’. “Il messaggio, invece, sottolinea il predicatore, è  tanto profondo quanto attuale. Infatti, il Signore consola coloro che piangono nel constatare che il mondo antico non accoglie il Vangelo e la sua proposta per un mondo nuovo e un uomo nuovo. Maria ha vissuto anche lei questa esperienza e chissà quante volte ha pianto dinanzi alle ostilità nei riguardi di Gesù. Un pianto che troverà il suo culmine ai piedi della croce, ma che sarà  ricolmato dalla consolazione del Risorto e dalla presenza del suo Spirito in Lei. Beati anche noi se siamo afflitti per la causa del Vangelo, per l’amore passionale verso il Signore, perché da lui saremo consolati“. Alle ore 21 Mons. Ravinale ha sviluppato anch’egli la beatitudine su coloro che ‘sono nel pianto perché saranno consolati’ sottolineando come dobbiamo sentirci in dovere di consolare i fratelli nel bisogno, in questo Maria ci aiuta, Lei la donna della consolazione. Presente questa sera in Santuario il vicariato di Voghera con l’animazione della liturgia da parte della Corale San Rocco della città vogherese.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

ASCOLTA LE OMELIE

ore 17 (Don CAROLLO)

ore 21 (Mons. RAVINALE)

Pin It on Pinterest