4 febbraio: 40à Giornata Nazionale per la Vita – AUDIO RIFLESSIONE DI SUOR SABRINA MURZI DI DON ORIONE

4 febbraio: 40à Giornata Nazionale per la Vita – AUDIO RIFLESSIONE DI SUOR SABRINA MURZI DI DON ORIONE

slide mess di suor sabrina g della vita 2018Celebriamo, in questa domenica 4 febbraio, la Giornata Nazionale per la Vita. Il Messaggio che il Consiglio Episcopale Permanente ha emanato ha nel titolo un programma molto impegnativo “Il Vangelo della Vita gioia per il mondo”. Per questa Giornata, Sr. M. Sabrina Murzi, Piccola Suora Missionaria della Carità di Don Orione ci offre un audio un messaggio. Riprendendo il messaggio della Chiesa si evince subito lo scopo: “porre al centro della nostra riflessione credente la Parola di Dio, consegnata a noi nelle Sacre Scritture, unica via per trovare il senso della vita, frutto dell’Amore e generatrice di gioia. La gioia che il Vangelo della vita può testimoniare al mondo, è dono di Dio e compito affidato all’uomo; dono di Dio in quanto legato alla stessa rivelazione cristiana, compito poiché ne richiede la responsabilità”. In questo Anno della Carità, don Orione grande maestro di vita ci da alcuni consigli…“Vita di carità: tutto il Vangelo è qui, tutta la vita e il Cuore di Gesù sono qui: tutto Dio è qui: Deus charitas est! Della carità Iddio ha fatto il fondamento della nostra santa Religione: essa e la più nobile ed eccellente di tutte le virtù: e il principio e la sorgente di tutti i nostri meriti. La carità, infusa nei nostri cuori dallo Spirito Santo, è virtù per cui amiamo Dio per Se stesso e il prossimo per l’amore di Dio”.

2 febbraio: XXII Giornata mondiale per la Vita Consacrata

2 febbraio: XXII Giornata mondiale per la Vita Consacrata

Presentazione standard1Sacerdozio: fiore di divina carità (Don Orione)

Abbiamo accolto, o Dio, la tua misericordia in mezzo al tuo tempio. Come il tuo nome, o Dio, così la tua lode si estende ai confini della terra: di giustizia è piena la tua destra” è l’antifona tratta dal Salmo 47, 10-11 che introduce la celebrazione della Presentazione del Signore al Tempio, 22à giornata mondiale della Vita Consacrata ringraziamento e preghiera per il dono delle vocazioni. «Viviamo un momento della storia umana bisognosa di un senso vocazionale della vita – sottolinea il Cardinale De Aviz, Prefetto della CIVCSVA -. A noi serve un progetto, una fonte di senso esistenziale, carico di gioia e di speranza. Noi consacrati fin dall’esperienza battesimale, inseriti nella vita di Dio e nella sua famiglia, la Chiesa, siamo eredi del patrimonio vocazionale e carismatico della Chiesa e sentiamo la gioia e il dovere di custodirlo e promuoverlo». Celebrare la Giornata Mondiale della Vita Consacrata è occasione di festa, di impegno e di impetrazione al Signore per il dono di nuove vocazioni che rinnovino il volto della Chiesa e del mondo, che annuncino la gioia del Vangelo e l’amore di Dio che da’ senso all’esistenza. In questo Anno della Carità, riprendiamo in uno scritto di Don Orione quanto Spirito di orazione dobbiamo avere tutti noi per chiedere numerose e sante vocazioni. “Senza la carità non avremmo né gli Apostoli, né i Martiri, né i Confessori, né i Santi. Senza la carità non avremmo il Sacerdozio, che è missione e frutto insieme e fiore di divina carità. E’ lo spirito di Dio, che è spirito di celeste carità, che deve portarci a curare nei giovani le sante vocazioni religiose ed i futuri sacerdoti, perché tante scuole, tante rinnovazioni di anime di popoli e di opere non fioriscono che per il Sacerdozio e per la vita religiosa”.

V dom del Tempo Ordinario – AUDIO commento di don Achille Morabito

V dom del Tempo Ordinario – AUDIO commento di don Achille Morabito

5 toCelebriamo la V Domenica del Tempo Ordinario.L’umanità sofferente attende di essere guarita: in Gesù ha trovato il Suo Salvatore! Questa è la Buona Novella del Regno di Dio fattosi vicino a noi: in Gesù, Dio risana i cuori affranti e ridona speranza ai giorni dell’uomo.Celebrando la divina Liturgia, in questa Pasqua settimanale, invochiamo il Dio di ogni consolazione perché risani ancora le ferite profonde del cuore degli uomini, facendo sperimentare loro, in pienezza, la forza rinnovatrice del Suo Amore.

Familiarizzare con la Parola_1° incontro sulla Scrittura di don Achille Morabito – AUDIO della conferenza

Familiarizzare con la Parola_1° incontro sulla Scrittura di don Achille Morabito – AUDIO della conferenza

Presentazione standard1

Venerdì 26 gennaio, presso il Duomo di Voghera, si è svolto il primo dei tre incontri sulla Parola guidati dal biblista orionino don Achille Morabito che ha ricoperto nella Congregazione diversi ruoli di responsabilità e di formazione, attualmente risiede a Tortona come direttore della Casa Paterno e maestro dei postulanti. Documenti di riferimento per questi incontri saranno la Dei Verbum, la Lettera Enciclica Providentissimus Deus di Papa Leone XIII, sullo studio della Sacra Scrittura e la Verbum Domini. Quattro sono gli scopi per cui siamo qui, ha subito indicato don Achille: “riscoprire la bellezza della Parola di Dio ponendola al centro della vita cristiana; socializzare con la Parola; ripartire dall’annuncio; creare gruppi di ascolto”. Alcuni spunti nella riflessione sono stati pilastri fondanti per una comunità che “deve vivere della Parola, radunandosi attorno ad essa, creando qualcosa per cui avvicinarsi sempre di più a questa fonte inesauribile di salvezza”. Il prossimo incontro sarà venerdì 2 febbraio alle ore 21, l’ultima sera,  venerdì 9, verrà proposto ai presenti l’esercizio della Lectio Divina, per mettere in pratica la trasformazione dell’ascolto in preghiera.

ASCOLTA L’AUDIO

 

 

 

IV dom del Tempo Ordinario – AUDIO commento di don Achille Morabito

IV dom del Tempo Ordinario – AUDIO commento di don Achille Morabito

4 toSiamo tanto sommersi dalle parole che, a volte, non distinguiamo più ciò che è solo rumore da ciò che, inve­ce, esprime amore. Ogni Domenica il Signore ci parla. E non dice mai cose bana­li e scontate: è potente in parole e in opere. Quello che egli dice è, soprattutto, espressione di un amore intenso per ciascuno di noi, è volontà di salvezza e di vi­ta per noi, per la Chiesa, per il mondo. Come la gente che ha incontrato Gesù è rimasta impressionata, così chiediamo anche per noi la grazia dello stupore, che ci predisponga alla fede e all’ascolto amoroso di quanto il Signore ci dirà, perché possiamo avere accesso alla salvezza.

Il coro diocesano di Asti ha animato la celebrazione mesile dei cori

Il coro diocesano di Asti ha animato la celebrazione mesile dei cori

2018_gen_14_coro mensile_mdg_ (10)Domenica 14 gennaio si è concluso il quarto appuntamento del progetto “le corali insieme pregano cantando”. La messa delle ore 17, presieduta da Don Achille Morabito è stata solennemente animata dal coro diocesano di Asti diretto dal M° M. Avidano, all’organo il M° Alberto Do organista titolare dle nostro Santuario. Circa quaranta coristi hanno eseguito con eleganza, stile e precisione brani popolari liturgici in versioni inedite come: Noi canteremo gloria a Te e Il Signore è il mio pastore. La celebrazione si è conclusa con l’esecuzione a cappella di un brano mariano del celebre compositore L. Perosi. I saluti e i ringraziamenti del rettore, Don Renzo Vanoi, non hanno fatto mancare un sincero elogio per la pregevole esecuzione e animazione offerta dal coro astigiano. Ricordiamo, come da programma, il prossimo appuntamento con la corale di San Secondo di Asti per l’11 febbraio che animerà la messa delle ore 17.

GUARDA LE FOTO

Pin It on Pinterest