21 ago: Pensiero quotidiano della Novena alla Madonna della Guardia

21 ago: Pensiero quotidiano della Novena alla Madonna della Guardia

21 ago_slide pensiero_mdgSecondo giorno della novena ed il pensiero quotidiano verte sugli sviluppi della prima processione di don Orione in onore della Madonna. E’ un giorno nella quale la celebra celebrando la memoria del Papa Pio X non possiamo che riportare un testo dove viene sottolineato il legame che avevamo Pio X e Don Orione. “Il Santo Padre Pio X sarà sempre il nostro sommo Benefattore, il nostro Papa”. E’ il pensiero di don Orione rivelatore dell’affetto, dell’interessamento, della protezione validissima data dal Pontefice alla Piccola Opera. Pio X ebbe notizia di don Orione ancora quando era Cardinale a Venezia. L’anno dopo la sua elezione, affidò a lui la Chiesa di Sant’Anna ai Palafrenieri e nel 1908, quando il terribile terremoto si abbatté sulla Calabria e sulla Sicilia, il Papa lo nominò vicario generale di Messina. Le due anime sante si capirono, i contatti furono frequenti, le udienze cordiali. Memorabile l’udienza del 1906, in cui Pio X rivide e annotò le prime Costituzioni. Durante l’udienza privata del 19 aprile 1912, offrì a don Orione la gioia di fare i voti perpetui nelle sue stesse mani: “Da testimoni faranno il tuo e mio angelo custode”. La colonia agricola Santa Maria a Monte Mario di Roma e la Parrocchia di Ognissanti, fuori porta San Giovanni, la famosa “Patagonia romana”, sono i più noti campi di lavoro ai quali l’affetto e la stima di Pio X chiamarono don Orione e i suoi figli. “Ah! Che la memoria del nostro Santo Padre Pio X passi benedetta da tutti i piccoli Figli della Divina Provvidenza, di generazione in generazione!”.

20 ago: 1° giorno della Novena della Guardia – AUDIO E FOTO della giornata

20 ago: 1° giorno della Novena della Guardia – AUDIO E FOTO della giornata

20 ago_slide giornata_mdgÈ iniziata la solenne novena della Madonna della Guardia in questa giornata in cui la Chiesa celebra la memoria di San Bernardo, vescovo e dottore della Chiesa. È il cantore di Maria come è stato definito da S. E. Mons. Vincenzo Di Mauro, vescovo emerito di Vigevano che predicherà i primi tre giorni.
La mattina oltre ad una buona partecipazione di fedeli alle Sante Messe, tanti fedeli devoti si sono recati a piedi della Vergine per affidare le proprie intenzioni in questo Anno Santo della Carità. “Nel centenario del voto di Don Orione, i capitelli del santuario ci richiamano le virtù di Maria”. È questo il tema che don Fabio Cerasa vuole trattare durante la Novena della Madonna della Guardia nell’anno giubilare della carità indetto per ricordare i 100 anni dal voto pubblico che ha impegnato don Orione e la popolazione di Tortona a costruire il santuario qui nel rione di San Bernardino. Dopo i cenni storici che hanno spiegato i motivi del voto di Don Orione del 29 agosto 1918,cioè: 1) la richiesta alla Madonna della Guardia, Castellana d’Italia di far finire la I guerra mondiale e 2) il rinnovamento spirituale di Tortona, don Fabio ha affrontato la virtù della purezza rappresentata simbolicamente del giglio. Infatti, il predicatore intende ogni sera soffermarsi su una virtù di Maria, che sono simbolicamente rappresentati dai capitelli delle colonne del santuario: la campanula, l’umiltà; il giglio, la purezza; la vite, la generosità; la passiflora, il dolore e la rosa canina, la carità. Don Fabio terrà conto anche dei titoli mariani che questa Novena presenterà, della solennità della dedicazione del tempio e della liturgia domenicale. Questo percorso spirituale ci aiuterà ad entrare di più nella scuola di Maria, che ci porta a Gesù per vivere da veri cristiani, da veri figli di Dio.
Alla sera alle ore 21, in questo primo giorno ha svolto il suo pellegrinaggio il vicariato di Tortona. L’animazione della Santa Messa è stata eseguita dalla corale della Chiesa Cattedrale diretta dal Maestro don Luigi Bernini. Erano presenti il padre provinciale Don Aurelio Fusi, il parroco della Cattedrale della città don Claudio Baldi e alcuni sacerdoti della Congregazione. Mons. Di Mauro ha sottolineato la bellezza della nostra fede che deve essere espressa e non tenuta nascosta per timore di essere giudicati. Successivamente ha ricordato alcune esperienza personali da parroco che hanno fatto emergere quanto la misericordia di Dio sia la chiava per la nostra salvezza.
Continuiamo questa Novena nel nome di Maria e di San Luigi Orione, uniti nella preghiera per essere un popolo regale, un’assemblea santa che tesse le lodi a Maria nostra Regina della Guardia.

ASCOLTA LE OMELIE (clicca qui)

Messa ore 17 (Don Fabio Cerasa)

Messa ore 21 (Mons. Vincenzo Di Mauro)

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

20 ago: Pensiero quotidiano della Novena alla Madonna della Guardia

20 ago: Pensiero quotidiano della Novena alla Madonna della Guardia

20 ago_slide pensiero_mdgIniziamo la Novena della Madonna della Guardia e ogni giorno ci viene proposto un “risveglio” nel nome di Maria e Don Orione che ci accompagna per l’intera giornata. Oggi iniziamo nel raccontare, in questo Anno Santo, la storia del Voto che fece il Santo della carità per la costruzione del Tempio in onore della Vergine. Ci guiderà nelle riflessioni Piero Cuniolo.

.

.

.

 

XIX DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

XIX DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

slide della domenica_XIXCelebriamo la XIX Domenica del Tempo Ordinario. La Liturgia odierna ci invita a riconoscere la bontà di Dio perché la nostra fede sia rinnovata e fortificata dalla Parola e dal Pane di Vita e trovi, così, l’energia per esprimersi in opere di misericordia e benevolenza a servizio del prossimo. Lo Spirito del Padre ci aiuti a riconoscere nell’immaturità della nostra fede l’incapacità di meravigliarsi delle Sue opere di benevolenza e di amore, che si compiono nel dono grande e misterioso del Pane eucaristico.

XVIII DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

XVIII DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

XVIII del tobig_thumbCelebriamo oggi la XVIII Domenica del Tempo Ordinario. Avere il pane gratuitamente, senza procurarselo con fatica, farebbe piacere a tutti; così è anche per le folle che cercano Gesù. E Gesù stesso dice loro: «In verità vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di questi pani e vi siete saziati». Purtroppo l’uomo è sempre in bilico: anche se creato per Dio, è legato strettamente alla terra, al pane fisico. Sazio di questo pane si accorge che tutta la terra non risolve la fame del suo spirito; non risolve i suoi perché esistenziali più profondi: che senso ha vivere? Perché il dolore? Perché l’amore…? Perché? Gesù invita ad aver fede in lui, che è il vero pane disceso dal Cielo per dare la vita al mondo. La fede in Gesù, vero Dio e vero uomo, è la risposta ultima e definitiva di Dio ai nostri interrogativi, alla nostra fame di senso. Invochiamo il dono dello Spirito perché cresca in noi questa fede e perché sappiamo testimoniarla con la nostra vita.

XVII DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

XVII DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

imagesCelebriamo la XVII Domenica del Tempo Ordinario. La Liturgia odierna ci invita a partecipare al banchetto imbandito da Gesù per noi, uomini immersi nell’oggi della storia e chiamati a divenire lievito che fermenta la massa del mondo. Gesù moltiplica i pani e dona del cibo materiale alle folle affamate. Ma il pane materiale non basta a saziare la nostra fame, perché noi non viviamo solo di pane! Siamo invitati a prendere coscienza di un’altra fame: la fame di Dio e della sua parola di salvezza che trova nutrimento nell’Eucaristia. Bisognosi di questo “Pane”, partecipiamo al Banchetto imbandito dal Signore Risorto per noi!

Pin It on Pinterest