2 dic: Celebrata al Santuario la festa del ringraziamento

2 dic: Celebrata al Santuario la festa del ringraziamento

Domenica 2 dicembre, durante la Santa Messa parrocchiale delle ore 10 presieduta da don Pietro Sacchi è stata celebrata la giornata del ringraziamento, benedicendo i prodotti della terra e alcuni mezzi agricoli posti sul sagrato del Santuario. Come Parrocchia di San Bernardino sono state invitate le associazioni agricole a questo momento anche se come ben si sa la giornata propria nel calendario è a novembre. Sicuramente è stato un momento “piccolo” rispetto a quello che si era ipotizzato di realizzare, sicuramente ci saranno state delle imperfezioni o dimenticanze… quello che conta è che si è partiti !!! con suggerimenti e aiuto di tutti si potrà migliorare ma solo se uniti si può costruire e pertanto porte aperte a consigli e idee perchè l’unione fa la forza e crea comunità. Ci dice un Salmo “.. nel tornare viene con giubilo portando i suoi covoni“.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

Tortona (Duomo): Quarto giorno Novena dell’Immacolata – OMELIA Mons. VIOLA

Tortona (Duomo): Quarto giorno Novena dell’Immacolata – OMELIA Mons. VIOLA

MARIA SI CONSEGNA ALLE VOLONTA’ DEL FIGLIO

“Rorate Cœli desúper, et nubes plúant justum” (Stillate, cieli, dall’alto e le nubi facciano piovere la giustizia). Con questo solenne introito è iniziata la celebrazione della Prima Domenica di Avvento che apre l’Anno Liturgico accompagnati dall’Evangelista Luca. In questo quarto giorno di novena dell’Immacolata mons. Viola nella riflessione ha sottolineato l’importanza di questo tempo e come dobbiamo prepararci alla venuta del Signore “non solo al ricordo della sua prima nel santo Natale ma in particolare al suo definitivo ritorno per poter esclamare: Benedetto Colui che viene nel nome del Signore”. Ha ricordato inoltre l’accostarsi al sacramento della misericordia per poter arrivare con il cuore purificato a celebrare il ricordo della nascita del Figlio. “Dobbiamo essere sempre vigilanti, perché a noi cristiani non è dato di sapere in quale momento il Figlio dell’uomo verrà per ognuno” In riferimento alla Vergine il vescovo conclude ricordando come “il cuore della Vergine è sempre pronto in un colloquio orante con il Padre e questa sua rapidità nel consegnarsi totalmente a Dio nelle annunciazioni ripetute, perchè il Figlio le chiede di essere pronta all’abbandono vivendo con lui i misteri nei quali si è rivelato. Anche noi vogliamo imparare da Lei ad essere vigilanti per essere pronti in ogni momento della nostra vita all’incontro con Lui“.

ASCOLTA L’OMELIA (Mons. VIOLA)

A Villalvernia il rettore ha presieduto il ricordo del bombardamento del 1944

A Villalvernia il rettore ha presieduto il ricordo del bombardamento del 1944

Sabato 1 dicembre presso la Chiesa parrocchiale di Villalvernia, don Renzo Vanoi ha presieduto la Celebrazione nel 74° anniversario dal tragico bombardamento (1944) che colpì il paese e numerose le persone che persero la vita tra le quali diverse ancora in tenera età. Alla celebrazione era presente il vice prefetto Dott. Paolo Ponta, il maggiore dei carabinieri Dott. Carlo Giordano, numerose autorità civili, militari e rappresentanti di associazioni che insieme ai fedeli hanno commemorato questo tragico evento. E’ stata celebrata la messa votiva per la pace e la giustizia perchè “noi oggi in questo nostro tempo, ha detto nell’omelia don Vanoi, dobbiamo interrogarci sul significato di cosa sia la giustizia e come vogliamo donare pace. Dobbiamo continuare nel ricordo dei nostri fratelli e sorelle cadute in quella tragedia ma per tener alto questo ricordo dobbiamo camminare nel bene, verso il prossimo e per le future generazioni“. Al termine della celebrazione dopo le parole del parroco don Bergantin e del sindaco Persi è stata benedetta e collocata sulla facciata della Chiesa la Corona per commemorare i caduti.

ASCOLTA L’OMELIA (Don VANOI)

Tortona (Santuario): Terzo giorno Novena dell’Immacolata – OMELIA Don Marchetti

Tortona (Santuario): Terzo giorno Novena dell’Immacolata – OMELIA Don Marchetti

MARIA GLORIA DEI VIVENTI

Con la messa vespertina si è entrati nella prima domenica di avvento e si continua il cammino in preparazione alla solennità dell’Immacolata. In questo terzo giorno don Marchetti prosegue le sue riflessioni sulla comunione dei santi e in particolare quest’oggi sulla grazia dei viventi e sull’aggettivo di Beata che rende ancor più bella Maria. “La comunione dei santi si riferisce alla vita di grazia degli esseri umani. Chiamare Maria beata significa riconoscere la benedizione della gente comune chiamata a partecipare all’opera di dio nel nostro tempo. Concludendo don Marchetti fa un augurio a tutti perché “possiamo essere sempre portatori di questa santità, uniti gli uni agli altri in tutto il mondo, con tutte le nostre differenze per partecipare un giorno alla pienezza della vita eterna”.

ASCOLTA L’OMELIA (Don MARCHETTI)

I AVVENTO – AUDIO commento di Don Achille Morabito

I AVVENTO – AUDIO commento di Don Achille Morabito

Oggi la Chiesa inizia un nuovo Anno liturgico che si apre con l’Avvento, tempo santo che sollecita i nostri cuori a fare memoria grata della venuta di Gesù nella storia e ad attendere con fiducia il ritorno glorioso di Cristo alla fine dei tempi. In questo Anno C ci accompegnarà ancora il commento di Don Achille Morabito, a cui va un ringraziamento per l’impegno che porta aventi nel donarci queste riflessioni. La Liturgia di questa Prima Domenica, in modo particolare, ci indica la via da seguire in queste settimane e ci educa alla speranza e alla vigilanza. Confidando nell’amore del Padre eleviamo a lui le nostre anime e con il canto accogliamo il Signore che viene in mezzo a noi.

 

Tortona (Duomo): Terzo giorno Novena dell’Immacolata – OMELIA Mons. VIOLA

Tortona (Duomo): Terzo giorno Novena dell’Immacolata – OMELIA Mons. VIOLA

MARIA ESPERTISSIMA NELL’ATTESA

Terzo giorno della novena nel quale si conclude l’Anno liturgico e la liturgia della Parola sottolinea l’importante verbo del Vegliare che ci accompagnerà in particolare nella prima parte del tempo di Avvento. Nella riflessione mons. Viola sottolinea questo importante e fondamentale atteggiamento di vegliare e pregare accompagnati dall’icona di Maria sotto il bel titolo di ‘porta del cielo’. “Il tempo che noi viviamo è un tempo di attesa del Suo ritorno. Ci viene chiesto di non perdere la consapevolezza dell’attesa, ricordarsi in ogni istante che stiamo attendendo il suo ritorno e vivere ogni istante come momento opportuno per l’incontro con Lui”. Conclude la riflessione guardando a Maria come icona della Chiesa e ricorda come Ella sia “docile ed espertissima nell’attesa, conoscendo quella dell’Israele che non aveva perso il desiderio dell’incontro con il Messia, quel del parto del Verbo incarnato in Lei, gli anni silenziosissimi di Nazaret, la manifestazione e la risurrezione del Figlio ed ora attende con noi il Suo ritorno. In Maria porta del cielo vediamo il compimento finale dell’attesa ed è per noi immagine perfetta di come dobbiamo essere Chiesa”.

ASCOLTA L’OMELIA (Mons. VIOLA)

Pin It on Pinterest