XXIII DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

XXIII DOM DEL T.O. – AUDIO commento di Don Achille Morabito

big_thumbCon la XXIII Domenica del Tempo Ordinario, riprendiamo dopo la pausa estiva, i commenti al Vangelo di Don Achille Morabito, La Liturgia odierna ci fa incontrare Gesù che scioglie il nodo alla lingua di un sordomuto e apre le sue orecchie: egli è l’immagine autentica del Dio d’Israele che sostiene l’orfano e la vedova, sceglie i poveri per farli ricchi con la fede e interviene nella storia dell’uomo per ridare speranza a chi ha il cuore smarrito. L’incontro con il Signore apre alla comunicazione e l’uomo, chiuso e bloccato in sé stesso, scopre la possibilità di ascolto e di dialogo: l’accoglienza di Gesù dischiude, quindi, nuove e straordinarie possibilità di vita. Disponiamoci, pertanto, all’incontro con il Signore risorto per fare esperienza del suo Amore e dell’incontro con i fratelli.

 

6 sett: Il rettore ha presieduto durante la Novena alla Madonna delle Grazie di Casei Gerola – AUDIO omelia

6 sett: Il rettore ha presieduto durante la Novena alla Madonna delle Grazie di Casei Gerola – AUDIO omelia

b496014d-e70d-4512-a153-2b9561fd657eNel Cenacolo con Maria, per riscoprire la nostra identità

Giovedì 6 settembre presso il Santuario della “Madonna delle Grazie” in Casei Gerola il rettore don Renzo Vanoi ha presieduto la celebrazione eucaristica del novenario in preparazione alla festa dell’8 settembre festa della Natività di Maria Bambina. Il tema trattato nella riflessione è stato il riscoprire la nostra identità cristiana in un mondo che a volte ci svuota della nostra fede. “Anche noi vogliamo stare con Maria nel Cenacolo, ha detto don Vanoi, per riscoprire quella bellezza di figli. Guardando al nostro cuore dobbiamo pensare, ragionare e guardare al cuore di Maria con quella sapienza che ci ricorda San Paolo, una sapienza secondo Dio. Maria nel Cenacolo ha aspettato la venuta dello Spirito Santo e la sua caratteristica è proprio quella del silenzio”. La Madonna delle Grazia conceda a tutti noi il dono del silenzio interiore per riscoprire noi stessi ed essere sempre più testimoni del Risorto. 

ASCOLTA L’OMELIA (Don VANOI)

Due appuntamenti mariani nel mese di settembre

Due appuntamenti mariani nel mese di settembre

2017_sett_8_TORTONA_Maria-Bambina_mdg-SITO_-26Nel mese di settembre come di consuetudine si celebrano in un clima di festa e soprattutto di preghiera, due memoria di Maria. La prima sabato 8, la natività della Beata Vergine con la celebrazione in Santuario alle ore 17 e successiva processione che passerà all’interno del cortile del Centro “Mater Dei” e si concluderà in Oratorio con la benedizione e distribuzione dei biscotti il cui ricavato sarà destinato ai bambini della nostra Scuola Materna “Sacro Cuore”. Mercoledì 12, presso la Cappellina della “Madonna del Rosario”, sita in Via D. Sparpaglione (dietro al Santuario) alle ore 17 verrà celebrata la Santa Messa nella memoria del SS. Nome di Maria. Due ricorrenze importanti che vogliamo invocare Maria perché sia sempre la nostra guida alle porte di un nuovo Anno Pastorale. Illumini le nostre menti, apra i nostri cuori all’ascolto della Parola del Figlio suo. Ci vogliamo unire in preghiera anche per due giovani, Paola e Matteo che sabato 8 alle ore 11, presso il Santuario, emetteranno la loro prima professione religiosa nei due rami, dei figli e figlie della Piccola Opera della Divina Provvidenza di Don Orione.

Festa della Madonna della Guardia 2018_FOTO – AUDIO E VIDEO delle celebrazioni

Festa della Madonna della Guardia 2018_FOTO – AUDIO E VIDEO delle celebrazioni

Foto_2018_08_29_Pontificale_ (493)ACCOMPAGNATI ED ACCOLTI DALLA VERGINE

La festa della Madonna della Guardia presso la Basilica Santuario di Tortona, ha visto come ogni anno riunita la famiglia orionina in tutte le sue componenti (sacerdoti, suore, laici) insieme a tanti fedeli devoti che hanno preso parte alle celebrazioni e si sono recati ai piedi della Vergine per renderle omaggio e chiederle particolari grazie. Una festa preceduta da una novena molto partecipata, arricchita dalle riflessioni dei vescovi mons. Vincenzo Di Mauro, mons. Paolo Martinelli e mons. Erminio De Scalzi i quali hanno evidenziato molte caratteristiche di Maria che devono rispecchiarsi nella nostra vita quali la bellezza della famiglia, della fede, dell’amore, dell’umiltà e della santità. Ogni sera alla solenne concelebrazione, presente un vicariato della diocesi e la corale per l’animazione della liturgia. Molto partecipata è stata anche la celebrazione quotidiana delle ore 17 presieduta da Don Fabio Cerasa, sacerdote orionino direttore del seminario orionino in Ucraina che ha sviluppato e riflettuto insieme ai fedeli sulle virtù di Maria, invitando tutti a “far lavorare” lo Spirito Santo dentro di noi e di saper ascoltare la voce di Dio che ci chiama a vivere da veri suoi figli e fratelli. Il sabato 25, mons. Gian Paolo Angelino, presidente dell’OFTAL ha presieduto la tradizionale Messa del malato che quest’anno causa un violento nubifragio non si è potuta celebrare all’aperto presso il Centro “Mater Dei”, che il nostro vescovo Viola definisce “una piccola Lourdes”. Al mattino della festa, già dall’alba le prime Sante Messe presiedute da don Alessandro D’Acunto, economo provinciale e da don Claudio Baldi, parroco della Cattedrale hanno visto una numerosa partecipazione. Successivamente il direttore generale Padre Tarcisio Vieira ha presieduto la Santa Messa per i giubilei sacerdotali e religiosi. La celebrazione principale è stata presieduta dall’arcivescovo di Milano mons. Enrico Delpini con la presenza del nostro vescovo diocesano mons. Viola e numerosi sacerdoti. “Oggi il Signore ci rivela che la novità del mondo è già stata rivelata in Maria; – ha sottolineato nell’omelia – oggi ci rivela che per rinnovare il mondo il Signore ha cominciato con il rinnovare il nostro sguardo e rinnovare la nostra parola“. Nel pomeriggio il secondo appuntamento centrale è stato, dopo l’Eucaristia presieduta dal vescovo Viola, la processione che si è snodata con grande concorso di popolo fino alla Cattedrale per rientrare in Santuario e ricevere la Benedizione Eucaristica. Mons. Viola, prima della recita del Credo ha sottolineato come questo recarsi in processione fino alla Chiesa Cattedrale sia “un dono da custodire voluto proprio da don Orione”. Al termine di questo momento il direttore generale ha ricordato come don Orione nel 1918 si meravigliava del popolo accorso per la prima festa. “Dove passa un santo nascono opere di fede, di culto e di carità – ha concluso – e noi oggi vogliamo con la nostra vita mettere in pratica gli insegnamenti del fondatore accompagnati dalla Vergine Maria”. Alla sera ancora due celebrazioni intercalate dai fuochi artificiali, la prima presieduta da don Maurizio Ceriani, prevosto dell’Insegne Collegiata di Casei Gerola che nella riflessione ha invitato tutti a “stare sotto lo sguardo della Vergine per concepire anche noi il Cristo Salvatore ed uniti a Lui vivere nell’attesa della Gerusalemme celeste”. A conclusione il rettore don Renzo Vanoi nell’omelia ha ricordato a tutti che “Maria ci invita ad affidarci totalmente al suo Figlio che ci ha chiesto una sola cosa: amare con intensità”. Si conclude così la festa in onore della Vergine della Guardia e il periodo dell’Indulgenza Plenaria concesso in occasione dell’Anno Centenario del voto che fece il santo della carità con la popolazione di San Bernardino, un momento di grazia e di misericordia che vogliamo custodire nel nostro cuore per essere sempre più testimoni credibili dell’amore del Padre nel nome di Don Orione. Ave Maria e avanti!

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

ASCOLTA LE OMELIE

ore 7.30 (Don BALDI)

ore 8.30 (Padre VIERIA)

ore 10.30 (S.E. Mons. DELPINI)

ore 15.30 (Don FUSI)

ore 17.00 (S.E. Mons. VIOLA)

ore 21.00 (Don CERIANI)

ore 22.30 (Don VANOI)

28 ago: 9° giorno della Novena della Guardia – AUDIO E FOTO della giornata

28 ago: 9° giorno della Novena della Guardia – AUDIO E FOTO della giornata

28 ago_slide giornata_mdgCon le celebrazioni serali siamo entrati nella solennità della Madonna della Guardia. L’intera giornata che ha visto numerosi fedeli prepararsi a questa festa accostandosi al sacramento della riconciliazione soprattutto durante la messa serale delle ore 23 che come voleva don Orione fosse la Messa degli uomini e dei giovani. Alle ore 17 don Fabio concludendo il cammino dedicato alle virtù di Maria ha affrontato quest’oggi la virtù dell’umiltà, regina di tutte le virtù, rappresentata dalla campanula, decorazione presente sui capitelli del santuario.  Maria è stata la creatura più umile sulla terra perché ha lasciato agire in sé lo Spirito Santo, la potenza di Dio e Dio ha fatto con Lei grandi cose. Chiediamo anche noi al termine di questa novena di “far lavorare” lo Spirito Santo dentro di noi, di saper ascoltare la voce di Dio che ci chiama a vivere da veri suoi figli e fratelli tra di noi. L’anniversario del centenario del voto di Don Orione per la costruzione di questo Santuario sia per noi stimolo di rinnovamento cristiano perché attraverso Maria possiamo arrivare a Gesù, nostra salvezza e nostra vita. Alle ore 21 la solenne conclebrazione è stata presieduta da Mons. Erminio De Scalzi, predicatore di questi ultimi tre giorni della novena, incentrando la sua riflessione su Maria modello di umiltà e carità. Presenti numerosi sacerdoti della Congregazione in particolare dalle nostre parrocchie e coloro che domani festeggeranno il loro giubileo sacerdotale e religioso. Alle ore 23 il vescovo diocesano Mons. Vittorio Francesco Viola, ha presieduto la Santa Messa con i parroci della Città, chiamata la “veglia dei giovani e degli uomini” ed al termine come da tradizione presso il cortile della Cappellina di San Bernardino il “Caffè di Don Orione”. Domani si entra nella solennità della Madonna della Guardia con la celebrazione principale delle ore 10.30 con l’arcivescovo di Milano Mons. Enrico Delpini che presiederà il Pontificale dell’Apparizione.

ASCOLTA LE OMELIE

Messa ore 17 (don Cerasa)

Messa ore 21 (Mons. De Scalzi)

Messa ore 23 (Mons. Viola)

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

Pin It on Pinterest