ORARI CELEBRAZIONI NATALIZIE in Santuario

ORARI CELEBRAZIONI NATALIZIE in Santuario

slide orari cel natale 2017_mdgCarissimi fedeli e devoti della Basilica Santuario “Madonna della Guardia”, siamo ormai entrati nella preghiera della Novena che ci aiuta a preparare i nostri cuori ad accogliere il Salvatore. Riportiamo gli orari delle celebrazioni natalizie che si svolgeranno in Santuario invitando a parteciparvi per essere una comunità viva che accoglie il Signore Gesù che viene a visitare la terra e riepirla dei suoi doni. Il 1 gennaio 2018 alle ore 17 il rettore don Renzo Vanoi presiederà la solenne concelebrazione di apertura dell’Anno della Carita – centenario giubilare del Voto che di Don Orione per la costruzione del Santuario. E’ un appuntamento importante cui non dobbiamo mancare per iniziare insieme questo “Anno di grazia”.

LEGGI E SCARICA la locandina celebrazioni natalizie 2017-18_mdg

Audio commento domenicale di don Achille Morabito sul Sito della Guardia di Tortona

Audio commento domenicale di don Achille Morabito sul Sito della Guardia di Tortona

2013_mag_16_don orione_ore_9.30__060Iniziamo un nuovo anno liturgico, immergendoci nel tempo dell’avvento, tempo di attesa della venuta del Signore. In questo ciclo liturgico, “Anno B“, ci metteremo in ascolto dell’evangelista Marco e saremo accompagnati dal commento di don Achille Morabito, sacerdote orionino direttore della Casa Madre Paterno e Maestro dei Postulanti in Tortona. Ogni settimana sul sito della Madonna della Guardia (www.madonnadellaguardiatortona.it) verrà pubblicato, il venerdì, l’audio commento: un aiuto alla comprensione e riflessione domenicale che don Achille offrirà a tutti aggiungendo alla fine un proposito settimanale. Buon ascolto a tutti.

Novena dell’Immacolata in Santuario alle ore 17 e video pensiero quotidiano

Novena dell’Immacolata in Santuario alle ore 17 e video pensiero quotidiano

nov. imm. video pensiero_rev 1Come ogni anno, in Santuario, ci si prepara alla solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria con un novenario dal 29 novembre al 7 dicembre. Ogni giorno alle ore 17 Santa Messa e canto delle invocazioni mariane. Predicatore il sacerdote orionino don Cesare Concas il quale offrirà inoltre un video pensiero quotidiano che potrete trovare sul sito ogni mattina e condividere.

SOTTO IL MONTE (Bergamo): Svolto il 52° convegno dei Santuari italiani nella terra di San Giovanni XXIII.

SOTTO IL MONTE (Bergamo): Svolto il 52° convegno dei Santuari italiani nella terra di San Giovanni XXIII.

2017_6-9_nov_SOTTO IL MONTE_Convegno Santuari Italiani_do_ (26)Dal 6 al 9 novembre a Sotto il Monte Giovanni XXIII (Bergamo) paese natale del santo “Papa buono”, si è svolto il 52° Convegno nazionale dei rettori ed operatori dei Santuari italiani. Della Congregazione Orionina erano presenti da Tortona “Madonna della Guardia” il rettore don Renzo Vanoi insieme al segretario e cerimoniere Fabio Mogni e da Foggia “Madonna dell’Incoronata” il rettore don Ugo Rega. Il Convegno è stato incentrato sull’Esortazione Apostolica “Amoris Laetitia” ponendo l’accento su peccato, misericordia, riconciliazione: dimensioni personali ed ecclesiali. In tale occasione è stato annunciato da Mons. Fisichella il nuovo assistente ecclesiastico Mons. Carlo Mazza, vescovo emerito di Fidenza per il Collegamento, organismo di sostegno e promozione dei Santuari affinchè sviluppino nei fedeli e pellegrini una sempre più crescente fede in Dio, nella devozione alla Vergine Maria e ai Santi, e un ritorno a Dio Padre buono e misericordioso come ha ricordato nelle conclusioni il presidente Padre Mario Magro.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

2017_6-9_nov_SOTTO IL MONTE_Convegno Santuari Italiani_do_ (3)E’ sempre una grande gioia e nello stesso tempo un motivo di incontro e confronto il convegno dei Santuari italiani, ha detto don Renzo Vanoi rettore della Madonna della Guardia di Tortona, perchè in un clima spirituale e fraterno si assapora il bello di quanto si concretizza nel quotidiano. In particolare di fronte a fedeli che nutro il desiderio di ricevere la misericordia di Dio e noi come pastori dobbiamo essere pronti a donare questa forza rigeneratrice dello Spirito e nello stesso tempo anche noi presbiteri ci sentiamo realizzati nel nostro servizio pastorale“. Quattro intensi giorni in ascolto di interventi e relazioni di illustri oratori che hanno fatto ancor più assaporare “il bello e delicato compito che consacrati e laici sono chiamati a svolgere nei propri luoghi dello Spirito”. La sede di questo convegno è stata sicuramente di grande aiuto spirituale: luogo dove si è potuti fare esperienza dell’amore di Dio e vivere momenti di fraternità e di comunione, in un clima cordiale, sereno e gioioso, sotto la paterna protezione dell’amato Papa San Giovanni XXIII e della Santa Vergine Maria, Madre di misericordia. Alcuni richiami agli interventi di ottima qualità, profonde e sapienti e di aiuto per creare e sviluppare il ministero in una buona prassi pastorale e penitenziale. Mons. Franco Giulio Brambilla ha esortato ad 2017_6-9_nov_SOTTO IL MONTE_Convegno Santuari Italiani_do_ (39)una corretta comprensione di Amoris Laetitia dove il discernimento diviene la via caritatis, la via della gradualità, che si realizza tra bene promesso e bene attuato. Don Lorenzo Testa ha presentato il contesto culturale del mondo che viviamo che non aiuta a comprendere il senso del peccato. Don Maurizio Chiodi, ha parlato di coscienza, norma e discernimento, questioni morali in Amoris Laetitia. Don Basilio Petrà ha fatto un mini trattato sulla prassi penitenziale e il discernimento morale, ricordando che la prima attitudine che devono avere i confessori è quella di credere sempre nel penitente, quindi creare un accoglienza fiduciosa. Infine la testimonianza bella, forte e commovente della loro vita sofferta del Gruppo “La Casacoordinati da Mons. Eugenio Zanetti. “Nell’augurarci un sereno e fruttuoso anno pastorale, ha terminato il presidente don Magro, affidiamoci alla potenza dello Spirito Santo, affinché, per intercessione della Santa Famiglia di Nazareth, possiamo vivere e testimoniare con forza la Gioia del Vangelo, gioia che ci rende discepoli di Cristo e testimoni credibili del Vangelo della Misericordia e della Tenerezza”.

15 ott: Apertura Anno Pastorale parrocchiale 2017-18_FOTO e AUDIO omelia

15 ott: Apertura Anno Pastorale parrocchiale 2017-18_FOTO e AUDIO omelia

2017_ott_15_Apertura Anno Pastorale 2017-18_parr_ (11)Domenica 15 ottobre si è dato inizio all’Anno Pastorale parrocchiale della nascente Parrocchia “San Bernardino”, ovvero il cambio della sede parrocchiale dalla chiesa di San Michele alla Cripta del santuario. La celebrazione eucaristica è stata presieduta dal parroco don Renzo Vanoi insieme al suo vicario e responsabile dell’oratorio don Sergiu Ursache. Al termine, i numerosi bambini e genitori, insieme dagli animatori hanno proseguito la giornata di festa presso l’oratorio per essere sempre più, come ci indica e chiede il nostro vescovo, “comunità”.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

ASCOLTA L’OMELIA (don Renzo Vanoi)

Alle ore 10 nelle note del canto del coro “San Luigi” composto dai ragazzi dell’oratorio è iniziata solennemente la Santa Messa di apertura dell’Anno Pastorale 2017-18. In questa celebrazione erano presenti numerosi bambini del catechismo con i loro genitori, animatori ed educatori, catechisti ed operatori pastorali che in qualche modo ricoprono un ruolo o meglio un aiuto nella comunità. A loro dopo l’omelia è stata dato il “mandato” ovvero la benedizione per l’inizio delle diverse attività. Il parroco don Renzo Vanoi nell’omelia dopo aver motivato la scelta del cambio della sede parrocchiale da San Michele alla Cripta del Santuario, denominando la Parrocchia sotto il titolo di “San Bernardino”, ha sottolineato alcuni concetti e indicazioni che la 2017_ott_15_Apertura Anno Pastorale 2017-18_parr_ (25)comunità tutta è chiamata in prima persona, ognuno nel suo ruolo, di bambino, ragazzo, genitore, educatore per compiere bene questo cammino: “dobbiamo comprendere quanto la messa domenicale sia un momento celebrativo fondamentale in particolare per i bambini con i loro genitori che frequentano la catechesi. Abbiamo bisogno dell’incontro con il Signore, di nutrirsi del suo corpo per essere dei cristiani autentici”. A concluso poi con un augurio a tutti in particolare ai formatori nei vari ambiti: “Il Signore ci conceda di essere sempre concordi tra noi, aiutandoci a vicenda perché ci sia davvero una vera comprensione. Ci conduca per mano in questa avventura”. Tutti insieme poi in oratorio, guidati dal chierico Riccardo i ragazzi hanno offerto uno spettacolo ai numerosi bambini e ragazzi che insieme ai genitori hanno condiviso successivamente un momento di fraternità proseguendo poi nello ‘stare insieme’. elemento fondamentale della comunità.  

29 ago: Festa della Madonna della Guardia – FOTO e AUDIO omelie delle celebrazioni

29 ago: Festa della Madonna della Guardia – FOTO e AUDIO omelie delle celebrazioni

29_ago_Festa MdG_TortonaMaria riferimento di grazia per i suoi figli.

Martedì 29 agosto, nella solennità della Madonna della Guardia, il Santuario di Don Orione in Tortona si è gremito di fedeli per l’intera giornata, salendo quei gradini del tempietto che portano a toccare il piede della Statua della Vergine Maria. Il cardinale Mauro Piacenza che ha presieduto il solenne pontificale ha rimarcato come Maria è Colei che guarda e veglia sull’umanità e al termine della celebrazione ha dato il suo “placet” alla richiesta di concessione dell’indulgenza plenaria (11 marzo – 29 agosto 2018) in occasione dell’anno centenario del voto per la costruzione del Santuario. Nel pomeriggio la processione ha visto accorrere un gran numero di fedeli. I fuochi artificiali, come voleva lo stesso don Orione, hanno concluso l’annuale e sempre molto riuscita festa della Guardia.

GUARDA LE FOTO

ASCOLTA LE OMELIE

Messa ore 6.30 (Don D’ACUNTO)

Messa ore 7.30 (Don BALDI)

Messa ore 8.30 (Don VIEIRA)

Messa ore 10.30 (Card. PIACENZA)

Messa ore 15.30 (Don FUSI)

Messa ore 17.00 (S.E. Mons. VIOLA)

Messaggio del Vescovo in Duomo (S.E. Mons. VIOLA)

Saluto dopo la processione (Don VIEIRA)

Messa ore 21.00 (Mons. BONATI)

Messa ore 22.30 (Don VANOI)

  

Già all’alba i fedeli compivano il loro pellegrinaggio al Santuario della Guardia per dare lode e chiedere grazie alla Vergine Maria. Nelle riflessioni proposte dai celebranti è emerso quanto Maria è donna vigile e premurosa verso i suoi figli che attende nella gloria del Figlio suo. La prima Santa Messa alle ore 6.30 è stata celebrata da Don Alessandro D’Acunto nel suo XXV° di ordinazione sacerdotale il quale nell’omelia ha sottolineato alcuni valori fondamentali per la nostra vita: “l’amore, la vita, la serenità e la speranza”. Alle ore 7.30 il parroco della nostra Cattedrale, don Claudio Baldi ha rimarcato quanto ognuno è stato chiamato e desiderato dalla Vergine Maria: “che ci spalanca sempre la porta della sua casa”. Alle ore 8.30 il direttore generale Padre Tarcisio Vieira ha presieduto la concelebrazione dei giubilei sacerdotali e religiosi augurando a tutti di “continuare a compiere il bene come voleva don Orione”. Alle ore 10.30, il cardinale Mauro Piacenza insieme al vescovo Viola, e numerosi sacerdoti hanno fatto il loro ingresso solenne per il pontificale dell’Apparizione.Maria è la nostra celeste guardiana, ci guarda ogni giorno – ha detto nell’omelia – Lei che vigila sulle nostre giornate e sulle nostre vicende così come la grande e magnifica statua voluta dal caro don Orione sulla torre campanaria. È proprio di Maria farsi incontro all’umanità pellegrina sempre in attesa del suo aiuto e della sua attitudine ad accogliere e consolare”. Riferendosi poi al brano evangelico della Visitazione ha aggiunto quanto sia una rievocazione di un passaggio “dalla proclamazione angelica dell’altissima dignità di Colei che ha trovato grazia presso Dio all’esercizio di un umile servizio di carità”.  Ha concluso con una richiesta e invocazione per tutti: “vogliamo essere nuova ed efficace evangelizzazione che porta il profumo della carità e solidarietà con tutti assomigliando a Maria nella bellezza, fedeltà e nel vivo e continuo sentimento di riconoscenza verso Dio”. Nel pomeriggio alle ore 15.30 la Messa presieduta dal direttore provinciale don Aurelio Fusi il quale ha sottolineato come Maria portando in braccio il Figlio suo indichi come la sua presenza sia sempre vera e nuova nel cuore di ciascuno dei suoi figli. Alle ore 17, S.E. Mons. Viola in un Santuario che non riusciva più a contenere i fedeli così tanto numerosi si è rivolto ai fedeli ricordando come “Dio attende il nostro eccomi, la nostra consegna fiduciosa, totale e piena che non pretende spiegazioni, non chiede garanzie ma che si fida solo di Dio”. Al termine si è snodata la lunga e partecipata processione verso il Duomo dove il Vescovo, dopo il suo messaggio, ha invitato tutti ad alzare le braccia come voleva don Orione e professare la Fede. Al ritorno in Santuario il direttore generale ha rivolto il suo saluto invitando tutti a “comporre sempre la musica della carità, ringraziando Don Orione perchè siamo fortunati, ogni anno abbiamo la possibilità di rinnovare il nostro entusiasmo di servizio al Signore con quella spiritualità insegnataci proprio da lui”. Alla sera le Sante Messe presiedute da Mons. Mario Bonati, vicario generale della Diocesi  e dal rettore don Renzo Vanoi hanno concluso la giornata. Tra le due celebrazioni i fuochi artificiali hanno dato colore e saluto a Maria in questa giornata dove crediamo e speriamo che Ella abbia riversato su ognuno grazie su grazie.

Pin It on Pinterest