8 sett: Rinnovo professioni religiose al Paterno

2015_sett_8_rinnovo professioni_tortona (3)Questa mattina, martedì 8 settembre, presso la Cappella della Casa Madre – Paterno in Tortona nelle mani del direttore provinciale don Aurelio Fusi, hanno rinnovato i voti temporanei quattro religiosi dell’Opera: Lare Paul, Lorent Andrei, Enache Flaviu, tirocinante presso la parrocchia orionina di San Michele in Tortona e Berio fratel Alberto. Una celebrazione raccolta e solenne alla presenza di ben sette concelenbrati tra i quali il vicario generale don Achille Morabito. Il canto è stato guidato da Marta Cassano, direttrice del coro dei giovani dell’Oratorio. “Cosa avrebbe detto don Orione in questo momento così speciale per la Congregazione, e quali atteggiamenti avrebbe assunto in questo giorno nel quale alcuni suoi figli rinnovano la loro consacrazione al Signore?” Ha iniziato così la riflessione don Aurelio, dando poi delle concrete risposte: “Si sarebbe lasciato andare e avrebbe abbracciato i suoi figli, li avrebbe incoraggiati in questo cammino”.

GUARDA LE FOTO

ASCOLTA L’OMELIA

Don FUSI (Paterno-rinnovo professioni religiose)

 

E poi ha sottolineato come questo posto così significativo per l’Opera sia una “piccola Porziuncola”: Don Orione qui entrava in una dimensione nuova della sua vita: “una identità che diventava un tutt’uno con il Signore”. “Tutto questo è caratterizzato dall’esperienza della piccolezza: come questo luogo, come la nostra congregazione, come noi presenti. Tutto ciò che è piccolo è amato e gradito dal Signore”, riferendosi poi a Betlemme, citata nella prima lettura: “intensamente amata dal Signore e scelta per essere il villaggio che dona la vita al Signore”.

E l’augurio che ha voluto donare ai quattro giovani religiosi è stato molto paterno: “l’esempio di Maria e Giuseppe sia l’esempio più bello per chi oggi vuole rinnovare la sua vita al Signore. Un dono speciale per poter dire: sono del Signore e nulla mi può distrarre. La mia vita è per Lui, sempre per Lui e solo per Lui”.

Al termine della celebrazione è seguito un momento di fraternità presso il Centro “Mater Dei”.

Il Signore per l’intercessione della Madonna della Divina Provvidenza e di San Luigi Orione accompagni questi nostri giovani alla sua sequela.