IL SIGNORE UNICO NOSTRO DESIDERIO

O Re delle Genti, da loro bramato, e pietra angolare, che riunisci tutti in uno: vieni, e salva l’uomo, che hai plasmato dal fango”. Prosegue la novena del santo natale ormai giunta all’ottavo giorno nel quale Mons. Viola pone la sua riflessione su questa antifona nella quale sono contenuti molti titoli al Signore. I due punti principali su cui si è soffermato sono stati: Gesù Re delle genti e pietra d’angolo invitando tutti a lasciare che Egli venga dentro il cuore di ognuno di noi con il suo Spirito Santo. “Gesù nella Scrittura è chiamato molte volte Re, ha detto il vescovo commentando questo primo titolo, e noi sappiamo che Egli è venuto a regnare mostrandosi nell’umiliazione della Croce chiedendo di poter regnare ed essere accolto nel luogo intimo delle nostre scegliere e chiede la nostra disponibilità ad essere Lui ad indicare le nostre scelte come una resa d’amore e vivendo con Lui una comunione intima.” Commentando il titolo ‘pietra d’angolo’ Mons. Viola sottolinea come “Lui è il fondamento sul quale cresce ogni cosa e salutando Cristo come pietra d’angolo ci permette di chiederci se noi siamo ben radicati in Lui. Occorre rimanere pietra ben salda sull’insegnamento degli Apostoli ed è fondamentale rinsaldare la nostra adesione per evitare che l’edifico della nostra vita non fondata in Lui rischi di crollare e non ci permette di abitare l’esistenza e di vivere in profondità“.

ASCOLTA LA RIFLESSIONE (Mons. VIOLA)

 

Pin It on Pinterest