2018_ott_6-7_VOGHERA_90 pres. orionina_do_ (37)CONSEGNARCI ALLA STORIA CHE IL SIGNORE HA TRACCIATO PER NOI

Sabato 6 e Domenica 7 ottobre sono stati ricordati con solenni eventi i novant’anni della presenza della famiglia orionina nella Parrocchia di “San Pietro” in Voghera. Un traguardo importante per una realtà che conserva quella “cameretta del sogno” che fece San Luigi Orione nel 1885. Di questo tratto di storia è bello immaginarla come un “filo della carità che percorre la storia della salvezza” e la parola che viene sempre ripetuta fino ai giorni nostri è la parola “sogno”. Dal sogno di don Orione, “una schiera di giovani preti” proprio in quella stanzetta nell’allora Convento dei Frati Francescani ad oggi, dove Papa Francesco ci dice e il nostro vescovo ha sottolineato nella lettera pastorale: “sogno una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa”. Sono passati molti anni ma la Chiesa persegue sempre questo obiettivo di “trasformare il sogno in una realtà concreta” come quello della carità verso il prossimo, che nei Santi Francesco d’Assisi e Luigi Orione ne troviamo un esempio concreto.

GUARDA LE FOTO (clicca qui)

Durante la serata di sabato presso il teatro San Rocco, sono stati ripercorsi questi anni con foto, canti dei bambini del catechismo e del coro parrocchiale e altri interventi musicali e scenografici. Al termine hanno preso la parola le autorità religiose e civili presenti quali il sindaco Barbieri che ha espresso il suo ringraziamento sottolineando la bella e fattiva collaborazione che li unisce. Il vescovo Mons. Viola ha invitato tutti nel “rimane dentro il cuore di Don Orione” custodendo il suo carisma ed essere sempre raggiunti dall’amore di Dio. “Dobbiamo continuare a tenere alto l’amore per il vescovo come volle don Orione, ha detto il direttore generale dell’Opera don Tarcisio Vieira, e in particolare per il vescovo francescano Vittorio”. Anche da parte delle suore nella persona della superiora provinciale Sr. M. Gemma Monceri il ricordo degli anni di servizio che hanno prestato a Voghera. La domenica presso la Chiesa parrocchiale la concelebrazione eucaristica presieduta da don Tarcisio Vieira che nell’omelia ha invitato e spronato tutti nel continuare ad essere una comunità che sogna e che fa sognare i giovani di quei sogni grandi che aprono alla vita e riscoprire la vocazione missionaria della Parrocchia. “La storia di questa Parrocchia è un tutto organico tra il Signore, Don Orione e noi – ha detto il parroco don Loris Giacomelli al termine della celebrazione – non pensate di poter scindere uno di questi tre elementi, perché se lo facessimo, diverremmo sterili, smetteremmo di produrre frutto”. A don Loris è affidato il timone di una delle tante “barche” della Divina Provvidenza e preghiamo perché continui con il suo gregge a far rifiorire l’amore di Don Orione nell’anime che hanno “fame e sete di verità”.

Pin It on Pinterest