2017_gen_25_TORTONA_cel ecumenica conclusione sett unità cristiani_diocesi_ (2)L’amore desidera la comunione

Mercoledì 25 gennaio, anche nella città di Tortona, si conclusa con la Celebrazione Ecumenica presso la Chiesa di Santa Maria Canale, la Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani che come da programma ha vissuto questi momenti, ogni giorno, nelle diverse parrocchie-santuari della Città. La Celebrazione è stata presieduta dal nostro Vescovo Mons. Vittorio Viola, insieme a Lucilla Peyrot, Pastora della Chiesa Valdometodista di Alessandria e P. Catalin Aftodor, Parroco della Chiesa Ortodossa Rumena di S. Teodoro Studita di Tortona. A rappresentare la Congregazione orionina Don Renzo Vanoi rettore del Santuario, Don Egidio Montanari della Comunità orionina in Ucraina ed i laici Piero Cuniolo e Fabio Mogni. 

ASCOLTA LA RIFLESSIONE (Mons. Vittorio VIOLA)

GUARDA LE FOTO

2017_gen_25_TORTONA_cel ecumenica conclusione sett unità cristiani_diocesi_ (7)La Celebrazione è stata preparata e guidata dal MEIC (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale) dal tema “Riconciliati con Dio”.  Tale momento è stata caratterizzato, oltre che dalle tre riflessioni dei pastori sopra citati, da Inni, preghiere d’intercessione e la realizzazione di due gesti concreti. Il primo è stato nella preghiera di richiesta di perdono durante la quale sono stati portati dei mattoni che hanno formato un muro, che stava a significare la divisione tra Dio e i suoi figli per causa dei peccati che l’essere umano commette. Successivamente, è stato realizzato proprio dal primo, il secondo segno, ovvero i mattoni di questo muro sono crollati ed hanno formato una Croce, segno ed atto supremo dell’amore di Dio per l’umanità. Il nostro Vescovo Viola nella riflessione ha riassunto quanto è e sia importante la riconciliazione e l’amore di Dio e 2017_gen_25_TORTONA_cel ecumenica conclusione sett unità cristiani_diocesi_ (6)per Dio. “Tutta l’opera di Dio è racchiusa in questo nome: riconciliazione. Il disegno originario della creazione ha come fine la comunione in Lui che ha preso nella sua carne la nostra morte consumandola nel fuoco dell’amore di Dio. In questo scambio dove Lui ha preso la nostra morte e donato la sua vita, noi siamo vivi per Lui. In conclusione esorta tutti ad abbandonarsi all’azione dello Spirito Santo: “Dobbiamo permettere che lo Spirito Santo soffi potentemente per compiere l’azione di Comunione. Il Signore ci conceda di poter godere del dono della riconciliazione che Lui ha operato sulla croce vivendo lo stesso amore che perdona tra di noi per sperimentare già su questa terra quella Comunione che attendiamo di poter vivere pienamente nei cieli”. Come gesto concreto la Chiesa di Tortona, in accordo con la Chiesa Valdometodista di Alessandria e con la Chiesa Ortodossa Rumena di Tortona, ha scelto di destinare la colletta della Settimana, al sostegno del progetto ecumenico dei “corridoi umanitari”, inaugurato nel 2016 grazie agli sforzi congiunti della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, della Comunità di Sant’Egidio e della Tavola valdese, e che entro la fine del 2017 porterà in Italia, in tutta sicurezza, mille richiedenti asilo individuati tra soggetti particolarmente vulnerabili.

Pin It on Pinterest

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi