2016_ott_22_ord sac. don FULVI Francesco_ASCOLI PICENO_do_ (23)Sabato 22 ottobre, nella Basilica-Cattedrale di Ascoli Piceno è stato ordinato presbitero Don Francesco Fulvi. La notizia può apparire semplicemente del tutto generica, ossia un nuovo ministro nella Chiesa. Ma non è del tutto così! Questo caro sacerdote è stretto in un legame spirituale con la Congregazione, nel carisma del nostro Santo Luigi Orione. Sì, perché questa estate nel periodo della Madonna della Guardia e per quasi tutto settembre egli ha prestato il suo servizio diaconale presso il Piccolo Cottolengo ed il Santuario della “Madonna della Guardia”. Facendo così un’esperienza completa della diaconia, nel servizio ai piccoli e all’altare del sacrificio eucaristico. Un’esperienza richiesta dal suo e nostro vescovo orionino Mons. Giovanni D’Ercole che nella Messa di ordinazione ha proprio iniziato così la sua omelia: “l’esperienza con i bambini del Piccolo Cottolengo di Tortona è stata la tappa fondamentale senza la quale non ti avrei ordinato. Non ordinerò mai nessuno, anche se avesse fatto gli studi più belli e più alti ma non avesse fatto esperienza di carità con i più poveri”. La liturgia di questa domenica XXXà del Tempo Ordinario conteneva grandi spunti e suggerimenti di auguri e riflessioni per la vita di un sacerdote ed il vescovo gliene ha consegnati alcuni come dono prezioso per il suo mistero: combatti la buona battaglia della fede, non stancarti mai di pregare soprattutto nel segreto e senza farti vedere, sii umile. Don Francesco ha così ricevuto per l’imposizione delle mani del vescovo Giovanni è divenuto sacerdote in eterno! Alla celebrazione era presente anche una rappresentanza di Tortona nelle persone del rettore del Santuario Don Renzo Vanoi e dei laici Fabio Mogni e Massimiliano Redaelli con i quali ha condiviso l’animazione ed il servizio di tutta la Novena e la Festa della Guardia. Al termine della celebrazione nel suo ringraziamento ha ricordato che a Tortona ha potuto servire i fratelli più deboli ed accostarsi alla bella figura di San Luigi Orione, “gigante della carità, Padre dell’umanità sofferente ed abbandonata”. A lui e a San Giovanni Paolo II ha affidato il suo ministero sacerdotale. Anche il Direttore Provinciale Don Aurelio Fusi, il quale non ha potuto presenziare a questa celebrazione ma unendosi unito spiritualmente, quando dalla rappresentanza tortonese gli è stata subito comunicato questo affidamento, ha commentato: “davvero Don Orione ha dei figli non solo in Congregazione ma anche figli spirituali che incarnano il carisma fino ad affidargli un ministero così alto ed importante nella Chiesa quale il consacrarsi totalmente al Signore. Nel pomeriggio di sabato, Don Renzo ed i laici accompagnati dal segretario del vescovo, don Alberto Fossati, si sono recati presso i luoghi del tremendo terremoto, a Pescara del Tronto e ad Arquata del Tronto. Davvero solo la percezione visiva di quegli avvenimenti può penetrare nel profondo del cuore. Don Renzo Vanoi di ritorno da questa visita commenta: “di fronte a questi avvenimenti catastrofici penso sempre di più al mio fondatore che senza una parola, un momento di incertezza si è sempre immerso ed accorso in aiuto. Questo suo carisma lo chiedo per me e per tutta la nostra famiglia perché possiamo sempre rimanere uniti e tendere, nel momento del bisogno, la nostra mano ai fratelli. Ed il Vescovo Giovanni, mio Confratello e Pastore di questa terra ha messo e sta mettendo in pratica cosa vuol dire essere un vero figlio di Don Orione, cosa vuol dire amore al prossimo nel bisogno”. A Don Francesco non resta che augurargli un cammino sacerdotale carico di quella virtù teologale di cui Don Orione ne fece un’espressione della sua vita: “la carità” che sola salverà il mondo!

ASCOLTA L’OMELIA (Mons. D’Ercole)

ASCOLTA RINGRAZIAMENTO (Don Francesco)

GUARDA LE FOTO

Pin It on Pinterest

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi