2016_set_8_TORTONA_prime prof (53)Il Signore ha posto in te le sorgenti della vita”. Il ritornello del salmo responsoriale nella festa della Natività della Beata Vergine Maria risuona in modo alquanto solenne per quattro giovani novizi,  Dritan, Silviu, Cezar, Jurij (il Direttore Provinciale, come da tradizione greco cattolica vuole, ha aggiunto al nome di battesimo di quest’ultimo, quello di Josafat) che nella Basilica Santuario Madonna della Guardia di Tortona, “cuore e centro della Congregazione orionina” hanno emesso la loro prima professione religiosa.
Una cerimonia solenne e nello stesso tempo ricca di segni molto concreti e significativi: la preghiera sui candidati, la recita della formula di professione, la consegna dell’abito religioso e delle Costituzioni. Essi sono i pilastri fondamentali su cui gettare le fondamenta per costruire la propria identità di religioso e sacerdote, che profuma del carisma del Santo Luigi Orione.

ASCOLTA L’OMELIA (don Aurelio FUSI)

GUARDA LE FOTO

Il Direttore Provinciale Don Aurelio Fusi che ha presieduto la concelebrazione ha sottolineato nella riflessione quanto sia importante il silenzio interiore, l’ascolto di quella voce con cui il Signore si fa sentire in ognuno di noi e soprattutto oggi nel cuore dei novizi. “Questa vostra consacrazione è un totale abbandono generoso e filiale al Signore, un rinnovo all’adesione a Lui, prendendo coscienza della missione che abbiamo ricevuto. Ancora una volta vogliamo come Maria e Giuseppe dire il nostro sì che si inserisce nel loro e in quello del Figlio al Padre che si abbandona alla Sua volontà che coinvolge il mondo intero”.
Al termine i sacerdoti, i neo professi e i chierici, davanti all’urna del Padre Fondatore hanno recitato solennemente la preghiera alla Santissima Trinità, ringraziandola per aver donato quella grande carità nel cuore di San Luigi Orione. È la prima tappa ufficiale di questi quattro ragazzi, del cammino verso il sì definitivo che li consacrerà per sempre al Signore. Vogliamo tutti unirci in preghiera perché non manchino vocazioni religiose, sacerdotali e missionarie alla Santa Chiesa.
Al mattino durante le Lodi, nella Cappella del Paterno, hanno fatto il loro ingresso in noviziato otto ragazzi di cui sei della Provincia e due della Delegazione di lingua inglese.

Pin It on Pinterest